google maps
Il logo di Google Maps

Google continua i suoi lavori di restyling delle principali piattaforme. Tra queste c’è sicuramente Maps, l’applicazione di navigazione più utilizzata al mondo. Il colosso di Mountain View ha infatti pronti degli aggiornamenti importanti per rendere il servizio ancor più vicino ai bisogni degli utenti.

La prima grande novità sarà l’integrazione della piattaforma con Map Maker, la community di utenti che si occupa di segnalare e modificare le strade di tutto il pianete. Google ha predisposto per marzo 2017 la chiusura di questo servizio, spostando le sue funzioni – tra cui quella principale di segnalazione di luoghi mancanti – proprio in Maps, sia nella versione desktop sia in quella per smartphone.

L’altra grande novità riguarderà lo sviluppo di una tecnologia particolare che consentirà gli utenti di conoscere in tempo reale l’affollamento di luoghi pubblici, siti di interesse culturale ma anche centri commerciali, bar e ristoranti. Interessante il funzionamento proprio per questi esercizi: Google infatti segnalerà all’utente in diretta quante persone si trovano a cena o a pranzo in un preciso istante e consiglierà il luogo meno affollato. La tecnologia, che propone il colosso americano, oltre ad andare incontro alle richieste del pubblico cerca di soddisfare anche l’attività dei privati commercianti.

Nella versione attuale di Maps già è presente una simile funzionalità – da poco aggiornata – che rende visibili gli orari di maggior affluenza di un determinato posto. A questi tools poi saranno aggiunte anche informazioni riguardo i tempi di permanenza medi delle persone in un determinato punto.

Le novità dovrebbero apparire a breve in tutti gli upgrade di Maps, sia su smartphone che su desktop.