microsoft ignite
Microsoft Ignite 2016, la conferenza dedicata al settore IT

Nel corso di queste ore è iniziata la nuova edizione 2016 di Microsoft Ignite. Si tratta della conferenza annuale durante la quale la casa di Redmond annuncia i nuovi prodotti e servizi riguardanti la sicurezza, la produttività e il cloud. I lavori e le conferenze si terranno dal 26 al 30 Settembre ad Atlanta.

In aggiunta, il CEO Microsoft, Satya Nadella, e il CEO Adobe, Shantanu Narayen, annunceranno che Adobe porterà il Maketing Cloud in Microsoft Azure e la renderà la piattaforma principale per il Dynamics 365 Enterprise. Le soluzioni presentate cercano di migliorare e semplificare le operazioni per i professionisti del settore IT e permettere alle varie aziende e organizzazioni di innovarsi.

Le voci principali che verranno trattate nel corso dei prossimi giorni saranno quelle relative alla Sicurezza, Intelligence, Piattaforme Cloud, Formazione dei professionisti IT. In particolare per il tema Sicurezza avremo:

  • Windows Defender Application Guard – Arriverà l’anno prossimo su Windows 10 Enterprise e presto ai Windows Insider. Si tratta di una tecnologia di virtualizzazione che usa contenitori isolati creati direttamente all’interno dell’hardware per fare in modo che l’eventuale codice malevolo riesca a “transitare” dai dispositivi all’intera rete aziendale. Questa funzione, dice Microsoft, renderà Edge il browser più sicuro in assoluto in ambiente enterprise.
  • WDATP in sinergia con O365ATP – Windows Defender Advanced Threat Protection e Office 365 Advanced Threat Protection ora condividono le stesse risorse e le stesse informazioni, permettendo ai professionisti IT di analizzare e rispondere alle minacce di sicurezza in modo più rapido ed efficiente.
  • Office 365 Advanced Threat Protection si espande – Sarà disponibile su Word, Excel, PowerPoint, SharePoint Online e OneDrive per Business. Tra le altre novità ci saranno recapito dinamico, che permetterà agli utenti di ricevere immediatamente la mail nell’attesa che gli allegati completino la scansione di sicurezza, e l’analisi in tempo reale degli URL alla ricerca di link sospetti.
  • Office 365 Threat Intelligence – Informazioni, notifiche e dettagli sugli attacchi e sulla loro origine, si integra con sistemi SIEM già esistenti e permette la distribuzione di policy dinamiche basate sul tipo di attacco.
  • Outlook su iOS e Android – L’applicazione ora è completamente basata su Microsoft Cloud per gli utenti commerciali di Office 365, e supporta nativamente le caselle di posta Exchange Online in modo tale che nessun dato venga immagazzinato temporaneamente all’esterno di Office 365.
  • Enterprise Mobility + Security E5 – Una nuova offerta di sicurezza espansa pensata per aiutare le aziende nella transizione verso la mobilità e il cloud. Sarà disponibile a partire dal 1 ottobre 2016. La suite include il nuovo servizio Microsoft Azure Information Protection per aiutare le aziende a classificare, etichettare e proteggere i dati sensibili.
  • Secure Productive Enterprise – Anche questa suite sarà disponibile a partire dal 1 ottobre 2016, e offre le più recenti ed evolute soluzioni di sicurezza e produttività su Office 365, Windows 10 Enterprise e Enterprise Mobility + Security.

Pe quanto riguarda l’Intelligence avremo principalmente un miglioramento dell’usabilità generale dei principali servizi Microsoft:

  • Nuove skill di IA per Cortana in arrivo – Microsoft le dimostrerà in anteprima a breve. Ci saranno tra l’altro approfondimenti relativi alla salute e promemoria.
  • Nuove capacità per Office 365 – Tra cui:
    • Tap in Word and Outlook – Usa Microsoft Graph per facilitare l’incorporamento di contenuti da documenti già esistenti all’interno della propria società ai propri documenti e messaggi di posta.
    • Quickstarter per PowerPoint e Sway – Un insieme di spunti per iniziare in modo efficace una presentazione.
    • Maps, un nuovo tipo di grafico in Excel realizzato grazie a Mappe Bing, che trasforma i dati geografici in visualizzazioni ad alta fedeltà.
  • Delve Analytics diventa MyAnalytics – Un sistema che permette di analizzare come le persone impiegano il proprio tempo al lavoro. Nuove capacità forniscono a dipendenti e leader dei team suggerimenti e analisi per lavorare meglio insieme
  • Relationship Assistant – Sarà incluso nell’imminente Dynamics 365 for Sales, e renderà le operazioni di customer engagement più intelligenti che mai su qualsiasi dispositivo.
  • Dimostrazioni “sul campo” di Cortana – Microsoft dimostrerà come i clienti integrano Cortana nei loro prodotti di punta per trasformare i rispettivi segmenti di competenza: Lowe’s per la cucina intelligente, Dymaxia nel mondo dell’healthcare e Uber per il controllo documenti in tempo reale.
  • Partnership con Renault-Nissan

Il Settore Cloud invece vedrà tra le altre cose grande attenzione al miglioramento del Machine Learning per la creazione un’intelligenza artificiale:

  • Windows Server 2016 sarà disponibile da ottobre, così come lo sarà System Center 2016.
  • Nuove capacità di monitoraggio di Azure – Insieme con gli aggiornamenti di Operation Management Suite, permetteranno ai professionisti IT gestire risorse cloud e fisiche da un unico hub.
  • Nuova tech preview di Azure Stack – Porterà la tecnologia Azure ai datacenter dei clienti, rendendo ancora più unica la proposta di Microsoft
  • Nuovi traguardi per il machine learning – Microsoft sta usando il più grande array al mondo di FPGA (15 Paesi in 5 continenti) per potenziare ulteriormente le capacità dell’intelligenza artificiale. Sfruttando questi FPGA i tempi di risposta dell’IA potrebbero quasi raggiungere il tempo reale.

Inoltre, per concludere, sono previsti anche dei servizi orientati alla Formazione dei professionisti IT:

  • Microsoft Technical Community – Una nuova community online che riunisce professionisti IT, MVP ed esperti interni a Microsoft per scambiarsi idee, costruire relazioni personali eccetera
  • Il Microsoft IT Pro Career Center e il Microsoft IT Pro Cloud Essential sono ora disponibili in 25 lingue e in 40 mercati globalmente.

È possibile seguire in diretta i vari Keynote collegandosi al sito ufficiale dell’evento e scegliendo la conferenza che più interessa dal pratico tool.