Microsoft
Microsoft Surface 3 non sarà più venduto a partire dal 2017.

Microsoft ha deciso di concludere la produzione del suo ibrido Surface 3 entro la fine del 2016. Dopo l’esaurimento scorte, non sarà quindi più venduto alcun modello di questo genere. Non si sa neanche se ci sarà un successore.

È un periodo nel quale la faraonica azienda statunitense si sta chiedendo cosa fare nel mondo dell’elettronica. La serie Lumia è ormai ad un passo dall’estinzione e l’ultimo modello venduto della gamma è il 550, uno smartphone entry-level impreziosito dal moderno sistema operativo Windows 10. Adesso un’altra linea molto nota sembra davvero molto vicina ad un clamoroso addio.

Adesso Microsoft annunciato ufficialmente la chiusura della produzione di dispositivi Surface 3, ibridi a metà strada tra un tablet e un laptop. Il modello sarà prodotto soltanto fino al mese di dicembre 2016. Quindi, sarà venduto fino all’esaurimento delle scorte residue e scomparirà dai listini di tutto il mondo, con buona pace degli appassionati.

Nonostante alcuni mesi fa si sia parlato del possibile lancio di un Surface Phone, che però sui vari mercati non si è mai visto. Il colosso con sede a Redmond sembra intenzionato a rilanciare la propria immagine nel settore tramite l’annuncio di esemplari appartenenti alla gamma Surface 4, anche se fino ad oggi non si ha alcuna conferma su tale indiscrezione.

Leggi anche:  Bill Gates ammette che il suo smartphone è un Android

Microsoft potrebbe anche scegliere di puntare maggiormente sul lancio di Redstone 2, un interessante aggiornamento di Windows 10 in grado di rendere l’OS ancora più performante. Non si sa neanche se nel 2017 saranno lanciati i nuovi Surface Pro 4 Surface Book.

In sintesi, il futuro di Microsoft nei settori della telefonia e dell’elettronica su vasta scala è ancora in alto mare e nei prossimi mesi potremo aspettarci diverse sorprese in merito. Nel frattempo, chi vuole acquistare Surface 3 deve affrettarsi e sfruttare gli sconti disponibili presso numerosi rivenditori online. Ovviamente, bisogna muoversi prima che le scorte finiscano.