Project Scorpio
Microsoft ha annunciato l’arrivo di una nuova console, chiamata con il nome in codice “Project Scorpio”.

Nel corso dell’Electronic Entertainment Expo 2016, Microsoft ha annunciato l’arrivo di Project Scorpio: la console di ultima generazione, dotata di un potentissimo hardware, che sarà disponibile entro l’autunno o il Natale 2017. Secondo le prime indiscrezioni, questa nuova versione di Xbox One potrà garantire supporto nei giochi in 4K, alla realtà virtuale e al rendering a 60 hertz e pixel non compressi.

Non si fa in tempo ad annunciare la disponibilità dell’app Xbox per i sistemi operativi Android e iOS, che Redmond chiude col botto l’E3 2016. Infatti, sono state diverse le notizie rese note dalla stessa azienda durante il keynote e riescono, fin da ora, a tenere tutti con il fiato sospeso. A quanto pare, a partire dai prossimi mesi, saremo letteralmente bombardati dai tantissimi rumors riguardo le caratteristiche di questa ambiziosa console che si immergerà appieno nella dimensione della virtual reality.

Il suo nome in codice è “Project Scorpio“. Phil Spencer, a capo della divisione Xbox, ha definito questo interessante prototipo come: “La console più potente mai creata“. Dalle prime dichiarazioni, è possibile evincere che il dispositivo in questione verrà supportato da una CPU a 8-Core, da 320 Gb/s di ampiezza di banda da un GPU pronto a offrire una potenza di oltre 6 teraflop. Dunque, la nuova generazione delle console prodotte da Microsoft sembrerebbe puntare, in particolar modo, sulla qualità delle prestazioni.

Leggi anche:  Forza Motorsport 7 incontra Fast & Furious nel nuovo DLC

Con “Project Scorpio” Microsoft conferma la propria adesione alla Realtà Virtuale

Le caratteristiche – sopra delineate – dovrebbero consentire alla console di casa Redmond di “gestire i giochi in 4K ed esperienze di realtà virtuale con un elevato dettaglio grafico con la più alta qualità mai vista prima“. Nel video di presentazione dell’attesissimo Project Scorpio, gli sviluppatori hanno fatto cenno a 60 FPS, ai pixel e al fatto che, in futuro, tutti i modelli di Xbox One – la versione originale, Xbox S e Scorpio – saranno capaci di sfruttare le medesime periferiche e di riprodurre gli stessi videogiochi.

La presenza di un hardware potente favorirà una risoluzione massima durante l’esecuzione di un qualsiasi videogame. Nel caso di avvio di “Halo 5” sul prodigioso apparecchio, che su Xbox One si configura con una risoluzione 1080p e 60 FPS, il gioco “girerà continuamente alla risoluzione massima“, ha voluto sottolineare Spencer.

In attesa di ulteriori dettagli riguardo le peculiarità e il prezzo della console, vi mostriamo il video ufficiale di Project Scorpio presentato da Microsoft in occasione del E3 2016, tenutosi a Los Angeles.