Galaxy S7
Ecco perché Samsung ha scelto di reintrodurre lo slot microSD per Galaxy S7.

Samsung Galaxy S7 si differenzia rispetto al precedente S6 per alcuni motivi ben precisi. Uno di questi è senza ombra di dubbio rappresentato dalla reintroduzione dello slot per la scheda microSD. La marca sudcoreana spiega il motivo del suo ritorno al passato, apprezzato dalla maggior parte dei potenziali clienti.

All’uscita dei due modelli Samsung Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge, la maggior parte dei clienti ha mostrato grande felicità per i loro materiali premium e per alcune soluzioni all’avanguardia. Nonostante un corpo in metallo e l’ottima resistenza, la soluzioni ha fatto storcere il naso per due motivi fondamentali: la mancata rimozione della batteria e l’impossibilità di espandere lo storage interno tramite una scheda microSD. Mentre la prima idea è stata riproposta per Galaxy S7 e la sua versione Edge, per la seconda è stato fatto un passo indietro.

I dettagli del ritorno di Samsung allo slot microSD

Samsung ha scelto così di tornare alle origini e di consentire ai propri molteplici utenti di espandere la memoria ROM. Tutti e due i device sono forniti di uno spazio di archiviazione disponibile di 32 o 64 GB. I telefoni sono predisposti per contenere microSD dalla capacità fino a ben 2 TB. Ma per quale motivo si è scelti di reintrodurre tale misura? Ce lo spiegano i vertici del marchio sudcoreano.

Leggi anche:  Samsung: esplode un nuovo smartphone nella tasca di un utente

I motivi del ritorno alla microSD

Lo sviluppatore di Samsung Kyle Brown ha riferito di non aver inserito lo slot microSD nel Galaxy S6 per un motivo ben preciso. Dopo una lunga serie di test, Brown e il suo staff hanno creduto che “avere uno slot per schede di memoria avrebbe causato rallentamenti al dispositivo”. Il dietrofront per Galaxy S7 sarebbe stato invece determinato dalla capacità dell’azienda di “ottenere il meglio dai concetti vecchi e nuovi”.

Dopo aver realizzato due nuovi top di gamma che hanno rappresentato semplici aggiornamenti delle versioni precedenti, Kyle Brown ha affermato di aver “valutato i pro e i contro” della presenza o meno dello slot microSD. Inoltre, si è detto orgoglioso di aver acquisito la certificazione IP-68, essenziale per attestare la resistenza all’acqua e alla polvere.

La maggior parte dei clienti di Galaxy S6 S6 Edge si erano lamentati per la scelta di Samsung, a loro modo di vedere, di copiare le strategie adottate da Apple. Nel frattempo, l’attesa per il lancio in Italia di Galaxy S7 si fa sempre più febbrile. Bisognerà attendere soltanto fino all’11 marzo.