ransomware Android.Lockdroid.E
L’allerta Symantec contro il trojan

Android.Lockdroid.E è il nuovo, pericoloso ransomware che ricatta gli utenti attraverso un’applicazione porno. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’azienda statunitense Symantec, specializzata nella produzione di software contro gli attacchi informatici. Una volta installato, il malware prende possesso del dispositivo e minaccia di inviare a tutti la propria cronologia. L’unica salvezza? Il pagamento di un riscatto.

Il ransomware si nasconde all’interno dell’applicazione “Porn ‘O’ Mania” ed già padrone dello smartphone dopo pochi minuti. Una volta eseguita l’installazione, infatti, il malware blocca lo schermo mostrando un avviso fasullo. L’utente, a questo punto, riceve un ammonimento per aver visualizzato del materiale proibito. La minaccia della perdita di tutti i dati e dell’invio dell’intera cronologia del device a tutti i contatti lo intima a pagare un riscatto. Nel frattempo, però, l’app sta già raccogliendo e criptando ogni tipo di informazione nel background. Android.Lockdroid.E è riuscito ad infettare moltissimi dispositivi facendo leva sull’ingenuità degli utenti. Durante l’installazione, infatti, compaiono due pulsanti fasulli che ingannano le persone per ottenere l’accesso ai privilegi da amministratore. Uno è del tutto inattivo, mentre un altro è stato reso completamente invisibile. L’app infetta non può essere scaricata dal Google Play Store, in quanto si trova soltanto su forum e siti non certificati. Per questo motivo gli esperti di Symantec consigliano di effettuare i download esclusivamente da fonti sicure e affidabili.