russia
Quando la Russia ha affermato di voler prendere le distanze dalla tecnologia occidentale, di sicuro non stava scherzando. Nikolai Nikiforov, Ministro delle Comunicazioni Russe, ha recentemente annunciato che il governo russo svilupperà presto un sistema operativo proprietario al fine di prendere le distanze da altri OS quali Android e iOs.

Secondo quanto dichiarato dal Ministro delle Comunicazioni, il nuovo sistema operativo, che specifichiamo sarà dedicato ai dispositivi mobili, sarà sviluppato in collaborazione con Jolla, la compagnia dietro la creazione di Sailfish OS. Jolla è stato sviluppato da ex dipendenti Nokia nella loro sede in Finlandia, ma la compagnia include strutture anche in Cina e Russia.

Ed è proprio tramite un recente tweet che Nikolai ha confermato che il nuovo OS è il frutto di una forte partnership avviata tra Russia, Finlandia e Cina, e spera che in futuro altri paesi quali il Brasile, l’India e il Sud Africa si uniranno al progetto. Il nome del nuovo sistema operativo non è stato dichiarato, ma è stato confermato che si tratterà di un prodotto separato da Sailfish.

Il motivo dietro questa scelta? La Russia, si sa, è uno stato fortemente autoritario e totalitario, e al Ministero delle Comunicazioni non va a genio l’idea che il 95% dei telefoni utilizzati in Russia montino sistemi operativi “di importazione” quali Android o iOs. Il Ministro vede con ottimismo un calo del 50% entro il 2025. Realizzare un sistema operativo di successo non è un’impresa facile, e superare lo scoglio di Android ed iOs non è certo una passeggiata. Cara Russia, sei sicura che questo progetto sia così importante?