inpost

Integer.pl Group leader mondiale nell’offerta di servizi di spedizione a supporto dell’ ecommerce installerà, entro Giugno 2014, 400 innovativi terminali che consentiranno di inviare e di ricevere merce acquistata on-line. I dispositivi saranno installati, in prima battuta, nelle regioni settentrionali e centrali del Paese e in alcune delle principali città quali Roma, Milano e Torino. Successivamente, i Locker saranno disponibili nella maggior parte delle province italiane. Il valore orientativo dell’investimento di InPost è di quasi 30 milioni di euro.

InPost avvierà il servizio in Italia in collaborazione con Banzai, il più grande operatore e-commerce italiano. ePRICE e SaldiPrivati, del gruppo Banzai, saranno i primi negozi online in Italia ad offrire il nuovo servizio di consegna nei 400 punti di ritiro automatici. Ulteriori partnership saranno annunciate successivamente. I locker di InPost hanno rivoluzionato il mercato postale e dei corrieri a livello mondiale, offrendo un servizio di invio e ricezione dei pacchi attivo 24/7. Questi innovativi terminali sono attualmente già disponibili in 19 Paesi nel mondo – in appena due anni hanno conquistato Arabia Saudita, Australia, Cile, Gran Bretagna, Irlanda, Islanda, Lettonia Lituania, Ucrania, Estonia, Polonia, Russia, Cipro, Slovacchia e Repubblica Ceca così come Columbia, Costa Rica, El Salvador e Guatemala. Attualmente, circa 3.500 locker sono presenti in tutto il mondo e operanti con diversi modelli di business.

Paczkomat InPost

I locker stanno guadagnando una crescente popolarità tra gli e-shopper. L’ultimo modello offrirà agli utenti la possibilità di una più rapida ricezione della merce utilizzando il QR code. L’integrazione avanzata del dispositivo con applicazioni di tipo mobile e con la tecnologia CodeWise consentirà di ridurre il tempo dell’operazione fino a 7 secondi.

I primi terminali verranno installati nell’area settentrionale e centrale del Paese nelle prossime settimane mentre l’intera rete di 400 locker sarà completata nella prima metà dell’anno. Il mercato italiano dell’e-sector si trova a un livello avanzato di sviluppo e i risultati migliorano anno su anno al pari di altri Paesi leader quali, ad esempio, Gran Bretagna, Germania e Francia. Si stima che anche nella nostra area il settore dell’e-commerce continuerà a incrementare significativamente il proprio valore – uno studio di eMarketer ha infatti calcolato che nel 2013 le vendite online in Italia ammontavano a 11,3 miliardi di euro, e hanno registrato un incremento di circa il 18% rispetto al precedente anno, e voi cari lettori che ne pensate?