Con l’avvento di internet sui telefoni cellulari, l’esigenza di un’opzione tariffaria per il traffico dati è sempre piú frequente.

Spesso, però, siamo limitati nell’utilizzo della connessione dati poichè i megabyte offerti dal nostro gestore nelle opzioni tariffarie sono in quantità esigue. Oggi vi mostrerò come ridurre il download dati delle pagine internet grazie ad una funzione presente nei browser Chrome ed Opera. Chi usa Opera, nel menú a tendina che si apre premendo il logo di Opera, dovrà abilitare la “Modalità Compressione“.

Chi usa la versione classica di Opera, Opera Mobile, dovrà attivare la modalità Opera Turbo nelle impostazioni del browser. Inoltre ricordiamo che Opera ha sviluppato anche Opera Mini, un browser per le connessioni lenti che riesce a comprimere le pagine fino al 90%. In Chrome, invece, questa modalità di compressione dati è presente esplicitamente sono nella versione beta (per attivarla andare in impostazioni> gestione larghezza banda> riduci l’utilizzo dei dati). Per attivarla in Chrome Stable, dovrete aprire una nuova tab e digitare chrome://flags nella barra degli indirizzi. Ora cercate la funzione chiamata SPDY e abilitatela attraverso l’apposito comando contestuale.

Leggi anche:  Google Chrome, la modalità incognito su Android fa flop: attenti a cosa vedete sul web

A questo punto dovrete riavviare il browser. Fatto questo, per visualizzare la quantità di dati risparmiati, accedete alla pagina chrome://net-internals e selezionate Bandwidth nella colonna a sinistra.

Utilizzando normalmente il browser e visitando regolarmente questa pagina, potrete osservare la quantità di dati risparmiata grazie a SPDY.