nexusae0_GPS

Quando una decina di anni fa i primi navigatori satellitari sono comparsi sul mercato erano in pochi a potersi permettere il lusso di sfoggiarli nella propria macchina. Oggi è un oggetto posseduto da una grande quantità di utenti anche perché quasi tutti gli smartphone ormai sono dotati di sensore GPS (almeno!) e sistema di navigazione! 

Garmin ultimamente deve aver deciso di cambiare le prospettive e, invece del “solito” telefono che fa da navigatore, annuncia di voler lanciare un navigatore che assomiglia ad un telefono. Il nuovissimo “Monterra” infatti sarà un ibrido fra uno smartphone ed un navigatore, il suo concept assomiglierà molto a quello degli ormai sorpassati palmari. Il dispositivo infatti monterà il sistema operativo Android e disporrà di un antenna WIfi per poterlo sfruttare al massimo ma, sarà assente il modulo telefonico.

Ottimo compagno di escursioni a piedi, il terminale disporrà di ampio display multitouch da 4 pollici (con sensore di luminosità), una fotocamera con flash LED da 8MP in grado di girare video HD a 1080p e 8 Gb di memoria interna espandibili tramite micro SD.

Il target principale del “Monterra” non sembra essere il guidatore medio bensì, l‘utente che ama fare escursioni a piedi in posti sperduti. Il dispositivo infatti avrà diversi sensori studiati appositamente per questo scopo come la bussola, un sensore per i raggi UV ed un barometro. Inoltre l’alimentazione sarà doppia, a batteria ricaricabile o con comunissime batterie AA (in modo da non rischiare di rimanere in mezzo alla natura più selvaggia senza saper tornare indietro!)

Abbandoniamo quindi l’idea del navigatore che fa la spola fra il cruscotto ed il supportino sul parabrezza della nostra mano per avvicinarci ad un oggetto molto più completo che salterà nelle nostre tasche quando abbandoniamo l’auto.

Il prezzo è l’unico neo di questo terminale che, partendo da circa 650 dollari, potrebbe portare il potenziale acquirente a preferire uno smartphone (di certo più completo!).

via