Smartphone: esplosioni terribili, tutto è possibile solo in questi casiLa ricarica notturna degli smartphone è fortemente sconsigliata, solamente se l’utente non rispetta alcuni consigli ed indicazioni fondamentali atti a garantire la sicurezza generale dell’utilizzatore, e di chi lo circonda.

Il motivo principale risiede più che altro nella batteria, infatti dovete sapere che in fase di ricarica tale componente è fortemente sollecitato, o meglio tende a scaldarsi molto più del solito (come avrete sicuramente notato). Alcuni studi hanno dimostrato che esistono utenti che ricaricano il proprio smartphone posizionandolo sotto il cuscino; nulla di più sbagliato, il terminale non sarebbe in grado di raffreddarsi correttamente, comportando rischi gravisissimi, quali potrebbero sfociare nella fusione della batteria, o addirittura in un principio di incendio.

Scoprite i codici sconto Amazon e tutte le offerte, iscrivendovi subito a questo canale Telegram.

 

Smartphone: come ricaricarlo correttamente di notte

E’ importante sottolineare che non stiamo dicendo di non ricaricarlo assolutamente, ma di farlo rispettando alcuni prerequisiti fondamentali che possono salvaguardare sia il dispositivo che voi stessi.

Una volta collegato alla presa di corrente, ricordatevi di lasciarlo in una posizione sufficientemente libera aerata, in questo modo il dispositivo si raffredderà in automatico, evitando di creare una cabina di calore che tenderà ad aumentare sempre di più la temperatura dello stesso.

In aggiunta, per salvaguardare l’integrità della batteria, consigliamo comunque di attivare i sistemi software di controllo della ricarica, i quali tendono a limitare al massimo la ricarica rapida, seguendo le abitudini dell’utente, in modo da evitare di stressare troppo lo smartphone, riducendo una usura rapida della batteria stessa.

Avatar
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.