I clienti di Postepay devono prestare sempre molta attenzione alla gestione dei loro risparmi. Al netto degli strumenti di sicurezza garantiti in maniera ufficiale da Poste Italiane, i tentativi di truffa per il pubblico continuano ad essere numerosi. I pericoli arrivano in maggior parte dagli episodi di phishing.

 

Postepay, i finti messaggi degli accrediti per rubare soldi

Tanti malintenzionati della rete hanno oramai messo a punto un metodo sicuro ed efficace per truffare gli utenti. Gli hacker si fingono operatori del gruppo di Poste Italiano e propongono finti accrediti sulla carta ai clienti di Postepay. I messaggi che propongono accrediti, talvolta sino a 1000 euro, hanno simile tenore: “Movimento in entrata sul tuo conto Postepay. Clicca qui per i dettagli”. 

I clienti di Postepay, naturalmente attratti da questo genere di comunicazioni, vengono quindi invitati a cliccare su un link in allegato per ricevere ulteriori informazioni e per accedere al possibile accredito.

Dopo il click ovviamente la promessa dell’accredito viene meno. Tuttavia, i clienti di Postepay si trovano a condividere in automatico con gli hacker una serie di dati riservati tra cui potrebbero esserci anche le le credenziali home banking di Poste Italiane.

Laddove gli utenti andassero a condividere le credenziali di home banking, gli hacker potrebbero anche rubare ingenti quantità di risparmi in pochi minuti. Ribadiamo ancora una volta, come sia necessario effettuare attenzione a ciò che si legge sul web riguardo a Postepay. In caso di sospetti, è bene comunicare con il servizio assistenza di Poste Italiane via call center o anche attraverso i canali mail.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.