STELLANTIS

In una dichiarazione Stellantis ha affermato che sta pianificando di aumentare del 75% la sua partecipazione nella joint venture con GAC, che produce veicoli a marchio Jeep. Stellantis e GAC attualmente detengono ciascuna il 50% della joint venture.

Stellantis ha detto che l’accordo è stato concordato con il suo partner. GAC, tuttavia, ha affermato che le due parti non avevano firmato un accordo formale e per questo GAC ha criticato Stellantis per aver rilasciato la dichiarazione.

Il modo in cui è stata rilasciata l’informazione non è stata approvata da noi, per questo il gruppo GAC se ne rammarica profondamente“, ha affermato la societa’ in una nota.

Tuttavia, GAC ha affermato che gli azionisti della joint venture hanno condotto comunicazioni e negoziati approfonditi su come rivitalizzare le sue operazioni commerciali, affermando che l’impresa ha incontrato negli ultimi anni “grandi difficoltà“.

La mossa proposta, per la quale Stellantis non ha fornito dettagli finanziari, sarebbe resa possibile da una recente modifica alla regolamentazione cinese, che ora consente alle case automobilistiche straniere di possedere oltre il 50% nelle loro joint venture locali a partire da questo mese, con Pechino desiderosa che investire di più nel Paese.

Altre case automobilistiche straniere hanno rafforzato il controllo delle loro joint venture in Cina, tra cui Volkswagen che si è assicurata una partecipazione di controllo del 75% in un’impresa con la cinese JAC nel 2020.

Una strategia per far fronte anche alla crisi dei chip

Il piano di Stellantis di aumentare la propria partecipazione nella joint venture con GAC fa parte di una revisione della sua strategia nel più grande mercato automobilistico del mondo.

Con una quota di mercato inferiore all’1%, la Cina rimane un punto debole per la casa automobilistica n.4 al mondo, creata lo scorso anno dalla fusione di Fiat Chrysler e PSA, proprietaria di Peugeot.

L’analista di Bestinver, Marco Opirari, ha affermato che una maggiore partecipazione consentirebbe a Stellantis di consolidare completamente le operazioni cinesi nei suoi conti e di avere un maggiore controllo delle decisioni strategiche.

Alcuni analisti pensano che Stellantis potrebbe cercare di sfruttare i suoi forti marchi Jeep e Maserati lì e potrebbe anche considerare di utilizzare la Cina come base di esportazione per il resto dell’Asia, o approfondire i rapporti per cercare di trovare una soluzione per la questione della crisi dei semiconduttori.

Ulteriori dettagli sul piano di Stellantis per il mercato cinese saranno annunciati all’interno del piano strategico globale“, ha affermato la società.

Stellantis ha detto l’anno scorso che creerebbe una struttura semplificata per sviluppare il marchio Jeep in Cina. Giovedì ha detto che avrebbe continuato a lavorare con GAC per far crescere il marchio nel paese.

Oltre alla partnership GAC, Stellantis gestisce l’ex joint venture di PSA in Cina con Dongfeng Motor Group, che in precedenza ha chiuso due stabilimenti.

Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it