blank

L’utenza che a fine mese spaventa di più rispetto a tutte le altre è senza alcun dubbio quella della luce, gli importi consegnati infatti risultano spesso gonfi e davvero onerosi da pagare, cosa che obbliga le varie famiglie a sforzi non indifferenti e a ponderare attentamente le finanze, in modo da pagare sempre per tempo quanto dovuto e non incappare in fastidiose more o distacchi.

Ovviamente tutto ciò mette al centro delle attenzioni, il risparmio, unica vera arma per abbassare gli importi da pagare in modo legale, puntando senza dubbi a evitare gli sprechi, fattore che contribuisce in misura maggiore nell’aumentare gli importi delle bollette.

Ciò non toglie però, che oltre agli onesti cittadini che prestano molta attenzione ai consumi per cercare di spendere meno, ci siano altri soggetti che, forse in preda ad un eccessivo malcontento, hanno escogitato un metodo alternativo per abbassare gli importi, un trucchetto tanto geniale quanto illegale, vediamolo insieme.

Magnete al neodimio

Il trucco in questione unisce un pizzico di furbizia ad una buona conoscenza della fisica, si tratta infatti dell’usare un potente magnete al neodimio che, posizionato su un punto preciso del contatore, fa da freno magnetico al motore interno che appunto segna i consumi, portandolo a visualizzare consumi inferiori rispetto alla realtà.

Inutile stare a dire che questa manomissione del contatore è illegale ed è punibile penalmente, chi infatti viene scoperto reo di questo reato, rischia da una multa salatissima agli anni di reclusione per, truffa ai danni del provider e furto di energia elettrica.