WhatsApp: il buono da 500 euro di Esselunga, ecco la verità

Questo 2020 ha riservato buone e cattive sorprese per gli utenti di WhatsApp. La chat di messaggistica ha ampliato, certamente, le funzioni a disposizione del suo pubblico, a partire dalla tanto attesa modalità notturna ora disponibile sugli iPhone e sui dispositivi Android con versioni aggiornate del sistema operativo.

 

WhatsApp costringe migliaia di utenti a fare a meno della chat

In questi ultimi mesi, il pubblico e gli addetti ai lavori hanno anche scoperto il metodo degli sviluppatori per gli aggiornamenti di WhatsApp. Il team della chat, oramai non è più un mistero, preferisce garantire la maggior parte dei principali upgrade su tutti gli smartphone più recenti e sui dispositivi più popolari per il grande pubblico. Difatti, nel recente passato, WhatsApp ha tagliato la compatibilità con un gran numero di device.

La prima prova in tal senso, nel 2020, è arrivata con la mancata compatibilità di WhatsApp per tutti gli smartphone con l’oramai obsoleto sistema operativo, Windows Phone. Dimostrazioni del genere però si sono avute anche con altri dispositivi. Ad esempio, per quanto concerne gli iPhone, il servizio non è più disponibile su dispositivi come iPhone 6 e precedenti. In casa Android, WhatsApp risulta non essere più compatibili con la versione del sistema operativo 2.3.7 o inferiori.

Cosa significa in termini assoluti la mancata compatibilità di WhatsApp? Su alcuni dispositivi, il servizio potrebbe essere ancora disponibile ma senza la possibilità di effettuare gli upgrade di sicurezza. In altre circostanze, invece, la piattaforma è del tutto inaccessibile agli utenti, nonostante sia presente ed installata sul dispositivo.