fiscoGli evasori fiscali esultano, in arrivo per loro una bella notizia, grazie al Decreto Agosto, oltre 9 milioni di cartelle esattoriali, restate nel limbo tra emissione e consegna nel periodo del lockdown, sono pronte per la spedizione a tutti coloro che non hanno pagato le tasse.

Il problema dell’evasione fiscale attanaglia l’Italia, ogni anno vengono evasi miliardi di euro che potrebbero essere investiti dallo Stato per infrastrutture pubbliche, o più semplicemente per il miglioramento dei servizi.

Sebbene una recente sentenza della Corte di Cassazione abbia annullato le cartelle esattoriali della decade precedente, il cui valore però non superava i 1000 euro, il Fisco non si dimentica degli evasori.

 

Cartelle esattoriali: il Fisco non si dimentica

Nel periodo del lockdown, tantissime cartelle esattoriali sono state evase, ma non sono mai state fisicamente consegnate; così facendo si è creato un “pericoloso” gap temporale, che avrebbe portato alla consegna di richieste di pagamento già scadute.

Per evitare una situazione di questo tipo, lo Stato ha deciso di prorogarne la validità, con pagamento da versare entro il 31 dicembre 2020, promettendo inoltre la spedizione di tutte le cartelle da consegnare a partire dal 15 ottobre 2020. Secondo le prime stime parliamo di oltre 9 milioni di euro da recuperare su tutto il territorio nazionale, una cifra decisamente elevata che potrà fare molto bene alle casse statali.

Come già detto, l’evasione fiscale è un grave problema, a nessuno piace pagare le tasse, è chiaro, ma per riuscire a vivere in un mondo sempre migliore e con tutti i servizi al posto giusto, ognuno di noi deve fare la propria parte, è un dovere verso noi stessi e gli altri (oltre che essere obbligatorio per legge).