addio-rete-3g-stati-uniti

La vita va avanti, la tecnologia di evolve e quella che diventa obsoleta viene lasciata indietro. Niente di nuovo sotto il sole quindi non dovrebbe stupire che i vari vettori per le telecomunicazioni stanno programmando di spegnere la rete vecchie, nello specifico il 3G. È un fenomeno che sta avvenendo in Italia, ma non solo.

Anche gli Stati Uniti, o meglio le compagnie private statunitensi, stanno programmando questo passaggio. Secondo un’indagine interna, solo il 12% degli utenti fa ancora affidamento al 3G. Si tratta di una fetta piccola sul valore totale, ma in assoluto rimane comunque un nutrito gruppo di persone.

Non si tratta tanto di una scelta, ma di una necessità. Secondo un’altra indagine infatti, il 12,7% di utenti non ha accesso al 4G e quindi devono per forza fare i conti con la rete di vecchia generazione. Nonostante questa situazione non esattamente delle migliori, i vettori stanno pensando di spegnere tutto.

 

Gli Stati Uniti stanno per salutare il 3G

I principali vettori hanno già fatto sapere quando questo succederà. Per esempio, per Verizon è stato deciso che sarà entro la fine dell’anno. È già stato spiegato che i modelli di smartphone o iPhone vecchi che non supportano la nuova tecnologia saranno lasciati. Ai possessori non toccherà fare altro che aggiornarsi.

Un altro grosso nome è T-Mobile il quale si sta attualmente fondendo con Sprint quindi sembrano troppo occupati per aver fornito una data precisa di quando questo evento avverrò. Si parla circa di rimandare di un altro anno quindi almeno verso la fine del 2021. Gli utenti che sono rimasti indietro hanno un po’ più di tempo per pensarci.

L’ultimo nome è AT&T il quale sembra essere il più lungimirante, ma anche preciso. La data per staccare la spina alla rete 3G sarà il febbraio 2022. In sostanza, gli utenti che hanno un dispositivo troppo vecchio hanno un anno e mezzo per adeguarsi.