minimo solare

Astronomi e fisici hanno stimato che il Sole non offre la stessa intensità di luce in modo perpetuo, ma attraversa delle fasi in cui è più o meno attivo. Nel caso di una bassa attività si parla di minimo solare, e la questione tiene banco tra gli scienziati studiosi del Sole perché tale potrebbe durare per oltre 30 anni.

Gli esperti che hanno analizzato il Sole credono infatti che il calo dell’attività della stella potrebbe durare fino al 2055. Normalmente conosciamo il massimo solare, ovvero quella fase il nostro Sole è disseminato di macchie solari ed eruzioni superficiali. Tuttavia, le variazioni dell’attività possono durare più dei canonici 11 anni.

 

Il Sole riduce la sua attività: previsti cali di temperatura sulla Terra

Per citare un esempio, tra il 1645 e il 1715 ci fu il famoso minimo di Maunder durante il quale la Terra settentrionale registrò temperature più basse di 1,3 gradi. Ci furono stagioni più brevi e carestie che, seppure nelle stesse condizioni dell’epoca, di certo non rivivremo. Ma la storia sembra comunque ripetersi.

Uno studio dei ricercatori della Northumbria University sostiene che il Sole ora si trovi nel mezzo di un periodo lungo caratterizzato da ridotte onde elettromagnetiche, che porterà ad un minimo solare di grande durata. “Queste oscillazioni della temperatura terrestre stimata non includono nessun fattore indotto dall’uomo, al di fuori dall’ambito del presente studio”.

Tuttavia, non sappiamo se il calo di temperatura comporterà grossi sconvolgimenti sulla Terra più di quanto non riusciamo a fare noi stessi. Di certo non ci saranno carestie né altri disastri. Secondo lo studio, infine, oltre al nostro minimo solare sono previsti sostanziali cali di temperatura anche negli anni 2370-2415, anche se c’è bisogno di ulteriori analisi.