disservizidisservizi dei principali operatori telefonici nazionali causano non pochi problemi agli utenti che, ogni mese, decidono di corrispondere all’azienda il canone fisso per godere di servizi o di funzionalità tali da garantirsi un’esperienza complessiva superiore alla media. Fortunatamente in rete esiste un servizio che permette di scoprire gli eventuali down di rete, in modo da poterli “combattere” e muoversi in anticipo.

Se nessuno di voi ha mai sentito parlare di Downdetector vuol dire che ha vissuto una vita davvero felice, questi non è altro che un sito internet dal quale l’utente ha la possibilità di scoprire da vicino lo stato della rete dei principali operatori telefonici nazionali. La raccolta dei dati avviene in maniera veramente semplice, tutto ruota attorno alle segnalazioni che gli utenti fanno pervenire direttamente al sistema con la pressione del tasto “Ho un problema con…”. Nel momento in cui questi registra un numero insolitamente elevato di feedback negativi, allora decide di commutare lo stato complessivo in down (registrando così i disservizi).

Leggi anche:  TIM, Vodafone, Iliad e Wind down: tutte le segnalazioni su Downdetector

 

Downdetector: il sistema che registra i disservizi

Arrivati a questo punto, l’utente che deciderà di cercare informazioni potrà ricevere tipologie di dati: numero di segnalazioni delle ultime 24 ore (suddivise per ora), localizzazione dei disservizi (grazie alla geolocalizzazione dei segnalatori), nonché leggere tutti i commenti di chi ha inviato il feedback.

Il servizio è completamente gratuito e lo resterà sempre, segnaliamo comunque che si basa solo ed esclusivamente sulla community e che non esiste alcun tipo di rapporto commerciale con le aziende del settore citate nell’articolo.