Tim

Dal prossimo 28 aprile sono attese importanti novità in casa TIM. Proprio in queste ore il provider di telefonia nazionale sta inviando degli SMS ai clienti per informarli delle nuove condizioni legate al credito residuo. Da fine aprile, infatti gli utenti potranno continuare ad operare anche quando il saldo del proprio profilo è uguale o inferiore a zero.

 

TIM, ci sono nuovi costi per gli utenti che ricaricano in ritardo il loro credito

Cosa significa tutto ciò? Dal 28 aprile, ogni qual volta un utente terminerà il proprio credito partiranno due giorni di consumi illimitati. L’utente in questione potrà effettuare chiamate, inviare SMS e navigare in rete senza sottostare ad alcuna soglia. Tutto ciò però avrà un prezzo: sarà necessario pagare 0,90 euro al giorno per un massimo di due giorni. I 0,90 euro saranno detratti solo ed esclusivamente all’avvenuto consumo. Una volta ricaricato il credito residuo, poi, TIM detrarrà il debito dal saldo disponibile.

Questa novità da un lato può essere utile per gli abbonati, ma dall’altro potrebbe trasformarsi in un boomerang. Senza il blocco dei consumi – questa l’osservazione di alcuni clienti – tante persone si ritroveranno inconsapevolmente a spendere 0,90 euro.

Il provvedimento di TIM è valido solo ed esclusivamente per quelle persone che utilizzano il metodo di pagamento da credito residuo. Chi usa il metodo della Ricarica Automatica, invece, non sarà interessato: la ricarica, in questo caso, scatterà sempre di default al momento del rinnovo della promozione attiva.