Honor Play

Dal mondo dei sistemi operativi arriva una sorpresa. Sembra che Huawei stia utilizzando uno dei propri smartphone per testare Fuchsia OS. Si tratta del primo device Android ad far girare il misterioso sistema operativo di Google. Il dispositivo scelto per questa prova è Honor Play, uno degli ultimi arrivati dell’azienda cinese.

Google e Huawei si conoscono bene, infatti l’azienda ha creato per Mountain View il Nexus 6P. Si tratta di uno dei device Nexus più apprezzati. Se questa fase di test è finalizzata ad un progetto più grande, il sodalizio potrebbe presto tornare.

Negli scorsi anni, gli ingegneri Huawei hanno postato solo pochissimi commenti sulla pagina di supporto ufficiale di Fuchsia. Questa situazione non lasciava intendere che gli stessi fossero al lavoro sul sistema operativo o che ci fossero piani per il futuro.

Tuttavia un nuovo commento ha alzato il sipario sul lavoro che è attualmente in corso. Infatti è stato svelato che l’azienda sta lavorando per la compatibilità con i device dotati di un processore Kirin 970. Il primo di questi è proprio Honor Play.

Leggi anche:  Honor e Black Friday: superato ogni record di vendite in Europa

Nel messaggio è possibile leggere che gli ingegneri sono in grado di avviare lo smartphone e attivare Zircon, il kernel di Fuchsia. Purtroppo per il momento questo è quanto sappiamo. Non si hanno notizie in merito agli step successivi di sviluppo ne tanto meno si conoscono le tempistiche.

È indicativo come Huawei sia la prima azienda, dopo Google, a dare una spinta al progetto Fuchsia e Honor Play il primo device consumer a far girare parte del sistema operativo. Restiamo in attesa di ulteriori sviluppo che speriamo non tardino ad arrivare.