OnePlus 6T

In attesa dell’arrivo di OnePlus 6T e della OxygenOS rivista in molti suoi aspetti, l’azienda ha rilasciato la Open Beta 5 per lo smartphone della generazione precedente. Questa versione va a correggere alcuni bug rimasti irrisolti con la Open Beta 4, quindi il changelog non è dei più corposi.

Infatti per quanto riguarda il sistema in generale, gli ingegneri hanno migliorato l’interfaccia utente relativa al menù di spegnimento. Sempre dal punto di vista delle modifiche all’interfaccia, quando si effettua uno screenshot si potranno notare alcuni elementi modificati e resi più armonici. Per quanto riguarda la sicurezza del sistema Android, invece, sono state introdotte le patch patch aggiornate da Google e relative al mese di ottobre 2018.

Tutti gli utenti iscritti al programma beta che hanno flashato sul proprio smartphone una rom Open Beta, riceveranno questo nuovo update tramite OTA. Come sempre, OnePlus ricorda a tutti gli utenti interessati, che si tratta di un software rilasciato in versione beta. Per quanto possa essere stabile e funzionante, potrebbero esserci dei problemi che renderebbero OnePlus 6 inutilizzabile. Chiunque installi il firmware beta deve conoscere i potenziali rischi a cui va incontro.

Leggi anche:  OnePlus lancerà il suo primo smartphone 5G in Europa nel 2019

Inoltre OnePlus invita tutta la community a segnalare ogni bug riscontrato attraverso l’apposito modulo presente nel forum dedicato e raggiungibile attraverso questo indirizzo. Le segnalazioni possono essere eseguite anche attraverso l’app Community recandosi alla voce Feedback. Potranno essere segnalati i difetti di funzionamento a cui possono anche essere allegati i Logs del sistema per fornire un quadro più completo ai tecnici OnePlus.