operatori virtuali

Si sente parlare sempre tanto degli operatori nazionali, ma di quelli virtuali (esclusi Kena e Ho.mobile) non si sente granché: questo è un chiaro messaggio della loro scomodità o in realtà nascondono dei pregi?

Nell’ultimo anno in molti hanno cavalcato l’onda virtuale: ben presto si sono diffusi diversi operatori, dai più rinomati e gestiti da TIM e Vodafone a quelli del calibro di CoopVoce, Fastweb, Poste Mobile e così via. Nonostante ciò, quando si sente dire ad un amico che ha uno di questi operatori, si storce subito il naso e si è pronti a dire “ma passa a…”.

Nonostante ciò, oggi vi esponiamo i pregi e difetti degli operatori virtuali, per offrire a tutti un più chiaro quadro della situazione.

I vantaggi e gli svantaggi nell’adottare una tariffa di un Operatore Virtuale

Prima di affrontare questo discorso, dobbiamo precisare che per Operatore Virtuale si intende un operatore che non possiede direttamente delle strutture di rete necessarie e per questo le affitta da altri, al fine di offrire ad una determinata porzione di popolazione i suoi servizi.

Parlando dei vantaggi nell’adottare una tariffa di un Operatore Virtuale, il primo che salta subito all’occhio è la possibilità di scegliere tra un vasto catalogo di offerte che possono rispondere meglio alle esigenze delle persone. Negli ultimi periodi, per esempio, abbiamo assistito alla creazione di offerte con un numero spropositato di GIGA, ma nonostante lo smartphone sia di uso “giovanile”, bisogna sempre tener conto che vi sono anche persone al mondo con la necessità di comunicare e di farlo anche senza internet. Chi vuole solo un’offerta voce, infatti, può accedere a diverse offerte a prezzi comunque bassi, senza dover andar a spendere soldi inutili per altri servizi che andranno persi.

Leggi anche:  CoopVoce: ritorna la promo che costa 3 euro al mese con SMS, chiamate e giga inclusi

Per quanto riguarda gli svantaggi, non ve ne sono di veri e propri se non per un eccezione che, ahimè, fa la differenza: la copertura. Proprio così, purtroppo, in alcuni casi, la copertura di questi operatori non è infinita e in determinate zone il segnale cessa di esistere. Se però dobbiamo spezzare una lancia a loro favore, ci tocca dire che anche gli operatori nazionali soffrono dello stesso problema in alcune zone… in minor peso, ma pur sempre esistente.