Vodafone One prorogata fino al 31 maggio 2018

Uno dei punti di forza di Vodafone è da sempre la connessione internet. Secondo le autoproclamazioni pubblicitarie, il brand inglese può vantare la navigazione migliore in Italia. Gli utenti, in linea di massima, tendono a non smentire tale celebrazioni, anche se in passato non sono di certo mancate numerose voci di protesta.

Un caso emblematico a riguardo è quello dell’hotspot personale. Sempre più abbonati Vodafone hanno imparato che è altamente sconsigliato utilizzare la condivisione di rete con il proprio smartphone per navigare su tablet o pc. Questo per un’unico motivo: il servizio è a pagamento.

Vodafone risolve una volta per tutte il problema hotspot

Non come TIM, Wind o 3 Italia, i clienti Vodafone devono per forza utilizzare un piano extra a pagamento – dal nome è Exclusive o in alternativa, devono attenersi al sovraprezzo dal proprio credito.

In seguito alle proteste,  la compagnia è intenzionata cambiare le carte in tavola. Dal futuro prossimo, l’hotspot personale non sarà più un fastidio per gli abbonati. Il brand andrà infatti ad includere il servizio nei nuovi piani ricaricabili.

L’altra faccia della medaglia è che per ora la promo sarà valida solo per chi attiverà nuovi piani. I già clienti dovranno quindi attenersi alle norme ed ai prezzi tutt’ora in vigore.