Google ha finalmente rilasciato l’aggiornamento di Sicurezza Android datato 5 maggio 2018, disponibile per i dispositivi Google Pixel e Nexus. Il pacchetto software è stato già caricato sul sito web ufficiale di Android sotto forma di immagini di fabbrica e file over-the-air.

La distribuzione wireless dovrebbe iniziare entro le prossime 24 ore, come spesso accade allorquando Google rilascia una nuova patch di sicurezza. Come sempre, il flashing dei file OTA consente di conservare i dati memorizzati localmente e solo su dispositivi con bootloader sbloccati.

 

Google Pixel e Nexus e aggiornamento di maggio: le novità

L’aggiornamento contiene 23 correzioni obbligatorie che i vari produttori dovranno implementare nel software dei loro dispositivi. Per quanto riguarda i Google Pixel ed i Nexus, il firmware di maggio contiene dozzine di bug-fix minori che vanno a risolvere vulnerabilità meno significative, e che gli OEM non sono tenuti a incorporare nelle proprie build – sebbene tutte queste correzioni finiranno per essere parte del framework definitivo.

Leggi anche:  Google cerca di giustificare la presenza di un notch così spesso

Tra le correzioni figurano miglioramenti alle prestazioni del sistema e soprattutto una migliore gestione delle risorse in background, onde prevenire surriscaldamenti.

I dispositivi Android One come il Mi A1 di Xiaomi e gli ultimi smartphone di Nokia saranno probabilmente i primi smartphone – oltre ai Google Pixel e i Nexus, ovviamente – a ricevere l’aggiornamento di sicurezza di maggio.

Veniamo ora alla brutta notizia. Il problema al touch osservato su diversi dispositivi aggiornati ad Android 8.1, come Google Pixel 2 e Razer Phone, non è stato risolto. La correzione non farà parte dell’aggiornamento della patch di sicurezza di maggio, poichè queste sono state compilate le scorso mese. Il fix, fa sapere Google, arrivrrà con l’aggiornamento di giugno.