Prima di iniziare a parlare della distribuzione di Samsung Pay in Italia è bene sapere cos’è questo servizio offerto dall’azienda sudcoreana. Samsung Pay è un servizio che permette di effettuare pagamenti con il proprio smartphone in maniera semplice e sicura ed è una sorta di “alternativa” a quello che è il noto servizio di Apple, Apple Pay.

Samsung Pay è già stato lanciato nel resto del mondo da circa un anno sui Galaxy S6, ma in Italia si inizia a parlarne solamente ora.

COME FUNZIONA SAMSUNG PAY Il sistema di pagamento di casa Samsung funziona grazie alla combinazione della tecnologia NFC (Near Field Communication) e MST (Magnetic Secure Trasmission). Questa due tecnologie vengono sfruttate da Samsung Pay per mandare informazioni sul pagamento al terminale. Cosa importante, queste due tecnologie sono ugualmente sicure e permettono di mantenere le nostre informazioni al sicuro e private. Inoltre, questa combinazione è stata sviluppata da LoopPay, una azienda specializzata in pagamento attraverso lo smartphone che è stata acquisita da Samsung proprio per questo nuovo servizio.

L’utilizzo di Samsung Pay sarà molto semplice: basterà avvicinare il dispositivo Samsung ai POS e il pagamento sarà presto che fatto.

È possibile associare a Samsung Pay una varietà di carte di credito; nei luoghi in cui è possibile usare la propria carta di credito allora, in teoria, sarà possibile usare anche il pagamento tramite Samsung Pay. È possibile anche aggiungere, per il momento, alcune carte fedeltà dei supermercati come Bennet, Penny, Crai e così via.

COME AVERE SAMSUNG PAY Dal momento che questa funzione è ancora in fase di beta, è possibile provare una piccola preview registrandosi sul sito della Samsung e poi scaricare l’applicazione direttamente dal Play Store a questo link. L’applicazioe pesa solo 98 MB ed è in costante aggiornamento.

Leggi anche:  Samsung nega il supporto ad una sua applicazione: molti utenti non ne saranno felici

Una volta svolti questi passaggi, bisognerà poi attivare l’applicazione seguendo questi altri passaggi:
– Accedere all’applicazione e registrarsi con il proprio Samsung Account
– Selezionare “aggiungi carta” per registrarla
– Inquadrare la propria carta
Dopo questi semplici passaggi saremo pronti ad effettuare i nostri pagamenti con Samsung Pay.

DISPOSITIVI E BANCHE SUPPORTATE Per il momento la lista di smartphone supportati è varamente breve, troviamo Galaxy S8, S8+ e Note8, troviamo Samsung S7 ed S7 Edge, Samsung Galaxy A8 2018, Samsung Galaxy A5 in versione 2016 e 2017. Speriamo, dunque, che la lista di smartphone supportati per Samsung Pay si allunghi nel tempo dal momento che Samsung Pay funzionerà solo ed esclusivamente sui device compatibili.

Anche le banche supportate per ora sono Banca Mediolanum, Unicredit, Intesa SanPaolo e molte altre.

Samsung Pay si presenta, dunque, come il diretto rivale di Apple Pay. Le due applicazioni, infatti, di base funzionano allo stesso modo. Non ci resta altro che aspettare Samsung Pay anche in Italia ufficialmente e non in versione beta dal momento che comunque, rispetto a tutti gli altri paesi europei e non siamo in netto ritardo a causa di una certa diffidenza per quanto riguarda i pagamenti contactless.