Wintel_Android_Enhancements
Come ben sapete, Apple ha lanciato la moda (per ora sicuramente ancora inutile) dei processori a 64 bit sugli smartphone e ovviamente, il mercato degli smartphone deve rispondere alla “provocazione”, a farlo comincia Intel!

La developer’s conference di Intel non è altro il luogo di raduno in cui si parla del futuro di Intel e ovviamente, la paola chiave è Android+cpu a 64 bit!

Ovviamente Android non ha problema alcuno per girare a 64 bit, si sa che il kerlen Linux su cui si basa Android ci gira da anni oramai, si tratta solo di ricompilare la rom per processori a 64 bit, oltre al fatto, che Android usa una macchina virtuale per far andare le applicazioni, ciò comporta che nessuna applicazione avrà nessun problema di compatibilità, ma del resto, questo già si conosce, perché tra kernel a 64 bit e kernel a 32 bit, oltre ovviamente al formato delle istruzioni per la CPU la differenza è qualche libreria e ovviamente la versione a 64 bit, ha le librerie della versione a 32 bit!

Leggi anche:  Fortnite non è disponibile su Google Play, ma c'è un trucco per scaricarlo

Ovviamente come detto prima, un processore a 64 bit attualmente sugli smartphone può solo migliorare in maniera impercettibile le prestazioni, del resto, se non è stato fatto prima ci sarà un motivo sull’utilità di quest’ultimo in uno smartphone, basti pensare, che con un processore a 32 bit, Android, ma qualsiasi altro smartphone gira magnificamente!

E voi cosa ne pensate? Era necessario tale processore o si poteva aspettare che il 32 bit diventasse una vera limitazione?

[via]