Facebook torna a sorridere con Cambridge Analytica
Facebook torna a sorridere con Cambridge Analytica

Facebook è finalmente tornato a sorridere dopo le ultime settimane di crollo a causa dello scandalo Cambridge Analytica che lo ha coinvolto. I dati pubblicati sulla sua ultima trimestrale infatti lo confermano.

Il recente scandalo lascerà sicuramente delle tracce sul social indelebili, anche sui guadagni, per il momento però la società ha riscontrato ancora un ottimo risultato.

Facebook torna a sorridere dopo lo scandalo Cambridge Analytica

I dati che la società ha pubblicato mostrano che ha aggiunto 49 milioni di nuovi utenti attivi al giorno, per un totale di 1.45 miliardi di utenti al giorno. L’aumento è del 3.5% rispetto alla trimestrale precedente. Dopo il blocco dello scorso trimestre, la società ha registrato un fatturato pari a 12 miliardi di dollari. In questo caso di parla di un aumento del 50% rispetto all’anno precedente. Questi risultati hanno sicuramente superato le aspettative degli analisti.

Contemporaneamente alla pubblicazione di questi risultati, Zuckerberg e Sheryl Sandberg hanno voluto rassicurare gli utenti sull’impegno della società a proteggere la privacy di ognuno di essi. Zuckerberg ha parlato in particolare del problema delle fake news e dell’accesso ai dati degli utenti da parte di app degli sviluppatori. Ha anche commentato la sua presenza di fronte al Congresso, sottolineando il suo impegno per fare in modo che non si verifichi mai più una situazione del genere.

Sandberg ha invece detto che, grazie alle novità introdotte nel social e quelle che introdurrà nel settore della privacy, gli utenti si sentiranno maggiormente protetti. L’unico aspetto negativo dei risultati trimestrali è il tasso di crescita, che è inferiore a quello degli ultimi anni. Anche se si tratta di dettagli, le prossime trimestrali andranno a chiarire quanto, Cambridge Analytica ha inciso su Facebook.