stampante 3d
Una casa stampata 3D

Riuscite ad immaginare una casa intera da costruire, partendo da zero, in un solo giorno? Una società specializzata in stampanti 3D ha realizzato l’impresa. La domanda di questa stampante 3D sembrano inesauribili, tanto che ultimamente si è visto sviluppare l’osso elastico e oggetti per scopi meno lodevoli, quali le armi da fuoco.

Questa casa gialla è piccola, di soli 400 metri quadrati ed ha una forma circolare. E’ abbastanza confortevole per i pochi residenti. L’azienda Apis Cor, con sede a San Francisco, ha costruito la casa da una miscela di calcestruzzo in grado di resistere a circa 175 anni.

Costruita su una struttura a Mosca, la casa di prova è però risultata fredda ed è stato questo il suo più grande ostacolo. Il calcestruzzo utilizzato, infatti, non risulta gradevolmente riscaldato se la temperatura esterna è inferiore a un certo livello. In tal modo, il team ha eretto una tenda attorno alla stampante per isolare l’aria fredda esterna il più possibile.

Modellata con una gru, la stampante è relativamente facile da trasportare. Una volta installata sul posto, costruita da un punto centrale, è possibile erigere una casa da zero. La maggior parte delle stampanti ora sviluppano le varie parti fuori sede e, quindi, queste vengono trasportate per l’assemblaggio.

L’intera abitazione è stata costruita di fatto in  24 ore, e solo la base è in cemento armato. Tutto ciò dà credito a quando, nel 2012, qualcuno ipotizzò l’idea che le case del futuro potessero essere stampate in 3D prendere forma in meno di 20 ore.