Ricordate tutti quella puntata dei Simpson che in viaggio in Giappone trovavano dinanzi ai loro occhi un wc 2.0 in grado di esaudire ogni minimo bisogno del suo utilizzatore? Ebbene, la simpatica famiglia gialla ha predetto anche questa creazione. Il paese nipponico ha davvero creato il primo prototipo di toilette hi-tech, una versione super intelligente dello strumento sanitario presente nei bagni di tutto il mondo.

I nuovi wc riusciranno ad essere super tecnologici grazie ad una vasta gamma di sensori incorporati nella loro struttura. Una delle funzioni maggiormente apprezzabili è l’associazione con i mobile device come smartphone e tablet. Attraverso questi dispositivi sarà possibile governare le azioni della toilette. Tra le azioni possibili troviamo l’illuminazione intera (che potrà essere di vari colori a discrezione dell’utente), la regolazione del gettito d’acqua (sia caldo che freddo) e poi, come ovvio, l’input per il cosiddetto “discarico”.

Oltre all’integrazione con smartphone e tablet, troviamo anche un interessante braccio sistemato ai bordi della struttura per governare l’impianto con piccoli e semplici tocchi. Molto importanti per questi strumenti è anche l’impatto ecologico. Attraverso queste nuove tecnologie i creatori mirano ad una netta riduzione per l’utilizzo dell’acqua. I primi prototipi di wc hi-tech saranno creati dal Giappone per le Olimpiadi di Tokyo nel 2020.