Kantar
In questo speed test si affronteranno un Galaxy Note 7 e un iPhone 6s

Sappiamo che un test di velocità in cui viene misurato il tempo di apertura delle applicazioni non è un test empirico. Tuttavia è interessante vedere il confronto tra due smartphone filosoficamente e progettualmente diversi. Infatti da un lato abbiamo un Apple iPhone 6S che equipaggia un un processore Apple A9 dual core e 2GB di memoria RAM. Il display è da 4.7 pollici con una risoluzione di 1334×750 pixel e il software in uso è iOS 9.3.4. In ogni caso, nonostante si tratti del top di gamma Apple, si tratta di un dispositivo che ha già un anno di vita.

Dall’altro lato abbiamo il nuovissimo Samsung Galaxy Note 7, presentato qualche settimana fa, un mostro di potenza dotato del System-on-a-Chip Qualcomm Snapdragon 820 con ben 4GB di memoria RAM. Il display è da 5.7 pollici con una risoluzione di 2560×1440 pixel e il sistema operativo in uso è Android 6.0.1 Marshmallow.

Il test come già anticipato, è basato sull’apertura consecutiva di dieci applicazioni. Si parte con quelle di sistema come la galleria, la fotocamere e il menù impostazione e poi si passa all’apertura di vari giochi e di applicazioni pesanti come Photoshop e Netflix.

Il test è strutturato su una prima sequenza per aprire tutte le applicazioni e su una seconda sequenza per verificare il tempo di apertura con i dati già salvati in memoria. I tempi raccolti si riferiscono alla conclusione del primo ciclo e al tempo totale del test. l’iPhone 6s riesce a totalizzare al rimo rilevamento cronometrico un tempo di 1:21:43 ed un tempo totale di  1:51:70 mentre il Galaxy Note 7 ha totalizzato un tempo intermedio di 2:04:96 e uno finale di 2:49:89.

La differenza di quasi un secondo a favore dell’iPhone, che di fatto esce vincitore da questo test, è dovuta al maggior tempo che impiega il Galaxy Note 7 ad aprire alcune applicazioni pesanti come Asphalt Airbone 8 e nonostante il quantitativo maggiore di RAM, lo smartphone di Samsung ha dovuto ricaricare alcune applicazioni.

Ricordiamo che anche il Samsung 7 Edge era stato sottoposto ad un confronto diretto con un iPhone 6s sempre in uno speed test uscendone sconfitto. Chissà se la situazione potrebbe cambiare con l’arrivo di Android 7.0 Nougat, ma non dimentichiamo che nei prossimi mesi arriverà anche l’iPhone 7. La sfida è tutt’altro che chiusa.