concerti
Yondr la custodia in neoprene che sigilla lo smartphone nel corso di eventi e concerti

Yondr, azienda con sede a San Francisco, ha introdotto sul mercato una custodia in neoprene che consente di sigillare i cellulari di tutti gli spettatori di un concerto. L’idea è venuta in mente all’azienda statunitense dopo che negli ultimi anni, con il boom degli smartphone, si è assistito a un numero sempre crescente di pubblico più concentrato sul proprio cellulare che sul concerto.

Numerosi artisti, infatti, hanno gridato a gran voce al proprio pubblico di mettere da parte gli smartphone durante i concerti o di farne un uso limitato ad alcuni scatti o brevi filmati in ricordo dell’evento. Uno degli ultimi appelli su questo tema è stato fatto dal cantante della band metal statunitense Disturbed, David Draiman, che ha interrotto la propria esibizione per riprendere una spettatrice colpevole di essere più concentrata sul suo smartphone invece che sul concerto.

La soluzione adottata da Yondr prevede che lo spettatore, una volta entrato nell’area concerti, viene invitato dalla security a inserire il cellulare nell’apposita custodia. L’utente rimane sempre in possesso del suo smartphone ma non può usarlo. Si tratta davvero di un metodo estremo che non tiene conto anche di eventuali casi di emergenza che prevedono l’uso immediato del cellulare per fare una telefonata urgente o inviare un messaggio di aiuto. La riapertura della custodia proposta da Yondr, infatti, può essere richiesta in qualsiasi momento ma solo al di fuori delle aree denominate phone-free, ovvero in tutti quegli spazi in cui è concesso l’uso dello smartphone.

concerti

“Ci sono cose che possono essere vissute solo nella vita vera”, ha dichiarato Graham Dugoni, ceo di Yondr, secondo il quale l’uso di questa custodia per cellulare in neoprene offre anche la possibilità agli artisti di proporre nuovo materiale o brani inediti sul palco senza che vi sia il rischio di fughe di notizie e per quanto riguarda il pubblico una maggiore tutela del rischio di essere fotografati o ripresi contro la propria volontà.

Attualmente l’uso di Yondr è stato già sperimentato da alcuni artisti, tra i quali anche i Guns ‘n Roses, hanno introdotto la custodia durante il concerto a sorpresa tenutosi al Troubador di West Hollywood, alla vigilia dall’inizio ufficiale del loro reunion tour.