uncharted 4

Uncharted 4 è uno dei titoli più desiderati del 2016 e finalmente è stato presentato da Sony.

Il protagonista di Uncharted 4 è Nathan Drake, una specie di Indiana Jones delle console, alle prese con città perdute a metà tra storia e mitologia. Fino ad oggi sono stati realizzati ben 3 capitoli con ben 20 milioni di copie vendute. In Uncharted 4 le cose cambiano e si notano immediatamente il cambiamento delle ambientazioni con la spettacolarità delle sparatorie che immergeranno il giocatore in un mondo fuori dal comune.

Il videogioco è un vero e proprio kolossal, sia per il valore di produzione che per il risultato finale, sembra quasi di immergersi all’interno di una pellicola cinematografica. In Uncharted 4: Fine di un ladro, in uscita il 10 maggio in esclusiva per PlayStation 4, Drake si è lasciato alle spalle la vita da cacciatore di tesori per sposare la sua Elena, la giornalista che aveva conosciuta nel primo episodio.

Inizia così una vita molto tranquilla e meno avventurosa ma dopo poco tempo l’avventura torna a bussare alla sua porta e Sam, il fratello di Drake creduto deceduto, ritorna chiedendogli di aiutarlo a trovare un tesoro di un pirata del ‘600. Subito il protagonista parte per la nuova avventura e proprio il viaggio introno al mondo lo porterà in Italia sulla costiera amalfitana.

Uncharted 4, la fine di una saga

In Uncharted 4 ci saranno dei panorami molto suggestivi, dalle steppe nebbiose della Scozia fino ad arrivare alla savana del Madagascar, all’interno si notano immediatamente i vari dettagli naturalistici che sono stati curati maniacalmente dagli sviluppatori.

Uncharted 4 sarà il capitolo finale della saga ed è stata scritta con l’obiettivo di dare una degna conclusione a una saga che ha appassionato milioni di giocatori in tutto il mondo. Il gioco sarà in grado di sorprendere tutti e proprio durante le 15 ore di gioco si conteranno ben 350 espressioni facciali create dagli sviluppatori sui corpi degli attori Nolan North e Troy Baker che vestiranno i panni rispettivamente di Nathan e Sam Drake.
Troy Baker ha dichiarato: «Recitare in Uncharted 4 è l’opportunità migliore per entrare nella parte e lavorare di immaginazione come un fanciullo. Non avevamo di fronte nient’altro che un telo di colore verde. Abbiamo potuto spingere ai limiti del possibile la nostra creatività ed è stata un’occasione pazzesca»