iphone

iOS e Android, due filosofie differenti, due target diversi e una battaglia infinita. In estrema sintesi è quello che si può dire di questi due sistemi operativi, i più diffusi al mondo. Vediamo come passare dal primo al secondo senza perdere alcun dato.

Stanchi del pugno di ferro di iOS e avete deciso di passare ad Android? Nessun sistema operativo vi aspetta a braccia aperte come quello di Mountain View con la sua apertura e grande personalizzazione. Passare da uno all’altro, però, può comportare diverse difficoltà legate al passaggio di tutti i dati presenti su iPhone ad uno smartphone Android. Ecco come salvare contatti, calendario, foto e video, musica ecc.

Contatti.

Per esportare i contatti presenti in rubrica su iPhone basta che siano sincronizzati con iCloud. Per farlo basta andare in Impostazioni, aprire il menù iCloud e posizionare il tasto su On.

iphone

ora, per esportare i contatti andare sul sito web iCloud, aprire il contact manager e selezionare le impostazioni con la classica icona dell’ingranaggio. Cliccare su tutti i contatti e quindi su “Esporta vCard”.

Andare direttamente a Google Contatti e accedere con l’account Google, andare su Altro e poi su Importa. Tutti i contatti sono ora salvati sul Cloud di Google e disponibili su tutti i dispositivi con accesso all’account Gmail.

Foto e video.

In questo caso i metodi sono molteplici, il più semplice e diretto è quello di utilizzare Google Foto, app disponibile sia per iOS che per Android.

Nelle impostazioni troverete la funzione per il backup e la sincronizzazione. Basta andare in quel menu e consentire il backup delle vostre foto. È gratuito per immagini fino a 16MP e video fino a 1080p.

Per i video acquistati su iTunes non si può fare nulla in quanto protetti dal DRM che ne consente la visione solo su dispositivi Apple.

Segnalibri.

Sul vecchio iPhone ci sono, molto probabilmente, diversi segnalibri dei siti più utilizzati durante la navigazione con Safari Mobile e che si vuole trasferire su Android. Anche in questo caso il modo più semplice e veloce per il trasferimento è quello di utilizzare il client iCloud sul computer, visto che Apple ha deciso di rendere stranamente difficile ottenere i segnalibri di Safari.

Assicurati di aver sincronizzato Safari nelle impostazioni di iCloud sul telefono, poi dal computer aprire iCloud. È necessario avere Chrome installato sul PC o Mac per ottenere l’opzione per sincronizzare direttamente su questo browser. Se già utilizzi Chrome su iOS per gestire i segnalibri, non occorre fare altro. I segnalibri di Chrome si sincronizzerà automaticamente tra tutti i dispositivi.

Posta.

Se su iPhone utilizzi Gmail si può saltare questo passaggio. Tutta la posta verrà visualizzata su Android quando si accede con l’account di Google. Se utilizzi l’e-mail iCloud basta aggiungerla a Gmail come qualunque altro account IMAP (come iCloud).

Leggi anche:  Android: grave falla di sicurezza espone il sistema operativo agli hacker e a truffe

Calendario.

Anche in questo caso l’app calendario di Apple non consente l’esportazione. Per trasferire il calendario si è necessario assicurarsi che sia sincronizzato con iCloud nelle impostazioni principali iOS. Poi dal computer, visitare il sito Web iCloud e aprire il calendario. Clicca su Condividi accanto al calendario che si desidera esportare e segnare come pubblico. Questo vi darà un link che inizia con webcal: //, ma lo si può cambiare anche in http: // e incollarlo nella barra degli indirizzi del browser.

iphone

L’URL scaricherà un file ICS, che è possibile utilizzare sul sito web di Google Calendar per importare il calendario. In Google Calendar, fare clic su Altri Calendari nella colonna di sinistra e selezionare Importa calendario. Scegliere il file ICS appena scaricato e il gioco è fatto.

Musica.

Per iOS c’è iTunes, mentre per Android c’è il Google Play Music, fornito con un numero massimo di 50.000 brani gratuiti. Poiché l’iPhone non dispone di un file system completamente accessibile, non si posso esportare facilmente i file musicali direttamente dal dispositivo. Il modo più veloce è quello di spostare su Play Music, tramite pc, la musica presente su iTunes.

Questo se la libreria di brani è abbastanza piccola. Visitare il sito Web di Play Music e trascinare tutti i brani in qualsiasi punto della finestra per caricarli. Per chi ama la musica ed ha caricato i brani musicali dell’ultimo secolo sul proprio dispositivo conviene procedere in modo diverso, scaricare il Google Music Manager sul tuo PC o Mac. Durante la procedura di installazione Play Music chiede da dove scaricare la tua musica, basta selezionare iTunes e Musica Manager farà tutto in automatico.

iphone

Ovviamente i brani che sono protetti da DRM non potranno essere scaricati in alcun modo.

Applicazioni e giochi.

Le applicazioni e i giochi scaricati su iPhone non potranno essere in alcun modo trasferiti su Android. Questo vale anche per le app acquistate. Quindi sul nuovo dispositivo Android bisognerà installare nuovamente tutte le app che utilizzavi abitualmente su iPhone.

Ti consiglio di utilizzare la versione web del Play Store che consente una più comoda e rapida ricerca delle applicazioni che poi puoi scaricare su tutti i dispositivi Android.