Globalworkmobile.com ci ha dato la possibilità di provare il BlackBerry Z10, uno dei primi due smartphone basati su BlackBerry 10, la piattaforma operativa riprogettata e reinventata dalla società che si è rinominata semplicemente “BlackBerry”.

Research In Motion, RIM, questo il vecchio nome della società canadese che ha fatto bene a cambiarlo in quanto a “ricerca” intesa come innovazione se ne vede ben poca. Onestamente mi dispiace per loro ma provando questo Z10 si capisce perché stanno attraversando un periodo negativo. E, inoltre, si capisce perché Android prende sempre più piede tra i consumatori convertendo al credo del robottino verde fans Apple, BlackBerry e Windows. Ma andiamo con ordine ad analizzare nel dettaglio il BlackBerry Z10.

Confezione.

La confezione di vendita, molto bella nella colorazione nera con la scritta Z10 colorata, oltre alla manualistica rapida, contiene un paio di cuffie auricolari standard di buona qualità, un cavo dati USB/microUSB, una batteria da 1800mAh ed un caricabatteria con porta USB. In Italia, il BlackBerry Z10 è arrivato nel mese di Febbraio e con un prezzo di 699€. Oggi è acquistabile ad un prezzo più basso, ma comunque elevato aggirandosi intorno i 500€.

Z10

Qui potete vedere l’unboxing.

Dimensioni ed estetica.

Le dimensioni del BlackBerry Z10 sono di 130 x 65.6 x 9 millimetri per 137.5 grammi di peso. Il display da 4.2 pollici, un LCD IPS con risoluzione di 1280×768 pixel ed una densità di 356ppi, assicura una dimensione contenuta con un’ergonomia ottima. Il device è molto bello esteticamente, in particolare nella colorazione bianca che abbiamo provato, e assicura un facile presa grazie alla zigrinatura della cover posteriore al centro della quale troviamo il classico logo della BlackBerry.

 

Sulla parte anteriore, protetta da un vetro antigraffio, troviamo una fotocamera da 2 Mpx, il LED di stato, la capsula auricolare, i sensori di luminosità e prossimità. Sul lato sinistro sono collocate le due porte micro USB e micro HDMI mentre sul lato destro troviamo i tasti per la regolazione del volume con un tasto centrale per l’attivazione dei comandi vocali.

Sulla parte superiore c’è il tasto per l’accensione-spegnimento/blocco-sblocco, il secondo microfono per il sistema di soppressione dei rumori ambientali e il jack audio da 3.5 mm mentre sulla parte inferiore è posizionata una fessura per l’altoparlante di sistema. Sul retro troviamo la fotocamera con flash LED e sotto la scocca posteriore in policarbonato si accede al vano batteria dove troviamo anche lo slot per la micro SD e quello per la micro SIM.

Hardware.

Il BlackBerry Z10 è dotato di un processore Qualcomm Snapdragon MSM8960 dual core Krait da 1.5GHz con GPU Adreno 225 e 2GB di RAM, 16GB la memoria interna espandibile tramite microSD con capacità massima pari a 32GB.

È dotato di doppia fotocamera, quella posteriore da 8 Mpx, con autofocus e flash LED, permette di registrare video in Full HD, quella frontale da 2 Mpx consente di effettuare le videochiamate. Tra le modalità di scatto è presente la “time lapse” che consente di scegliere i migliori dettagli in una foto.

Sono supportate le reti quadribanda GSM/GPRS/EDGE, tribanda UMTS/HSPA+ (21 Mbps/5.76 Mbps) e 4G LTE (800/900/1800/2600).  È caratterizzato, inoltre, da Wi-Fi 802.11 a/b/g/n dual band con Hotspot, DLNA, Bluetooth 4.0 low energy, microUSB 2.0 (no host), un ricevitore GPS assistito, tecnologia NFC, porta HDMI, accelerometro, magnetometro e giroscopio.

Software.

Il sistema operativo è il BlackBerry 10, abbiamo provato la versione più aggiornata la 10.1.0.2312. Nonostante questo la fluidità non è il massimo anche se il sistema gira nel complesso abbastanza bene.

Una delle novità di BlackBerry 10 è la possibilità di modificare liberamente l’APN (non si poteva con le altre versioni) ed utilizzare una qualsiasi promozione dati per navigare in internet e scaricare posta.

Tramite le impostazioni di sistema, raggiungibile tramite una barra delle notifiche come su Android, possiamo modificare il tipo di connessione scegliendo tra 2G, 3G e 4G, attivare e disattivare WiFi, l’NFC ed il “mobile hotspot” che, oltre alla condivisione della connessione, permette anche la condivisione dei file.

L’interfaccia utente consente numerose gestures che in alcuni casi sono da prendere da esempio. Per sbloccare la lockscreen basta far scorrere il dito verso l’alto, questa potrebbe essere una soluzione ottimale per quegli smartphone che hanno il tasto di blocco/sblocco in posizioni poco agevoli da utilizzare quale è il caso dell’HTC One. Trascinando il dito dall’alto in basso, con la lockscreen attiva, si entra nella “modalità notte” con orologio e notifiche disattivate. Tramite un’icona dedicata nella lockscreen possiamo accedere direttamente alla fotocamera. Sulla parte bassa delle homescreen è presente una barra con tasti di accesso rapido al telefono, alla fotocamera e alla “ricerca universale” in ogni parte il telefono.

Il menù è organizzato ad icone, in griglia da 4×4, la cui posizione è personalizzabile, tenendole premute e spostandole sulle varie pagine a disposizione. Portando un’icona sull’altra è possibile la creazione di cartelle. Per disinstallare un programma va premuto il piccolo cestino che compare nell’angolo dell’icona.

Facendo scorrere il dito dalla parte alta del display verso il basso viene aperta una tendina da cui possiamo attivare e disattivare alcune funzioni ed accedere rapidamente alle impostazioni. Scorrendo le homescreen verso sinistra, invece, si accede al BlackBerry HUB dove troviamo tutte le conversazioni email, sia personali che di lavoro, i messaggi BBM, gli aggiornamenti e le notifiche dei social media. È possibile accedere rapidamente al BlackBerry Hub da qualsiasi applicazione tramite una “gesture” dal basso verso destra. Funzione, quella del BB HUB, che trovo poco comoda in quanto crea una grande confusione tra i vari messaggi in arrivo dalle diverse piattaforme presenti sul telefono.

Facendo invece scorrere il dito dal basso verso l’alto possiamo mettere qualsiasi applicazione in “background”, fino ad 8, che ritroveremo nella homescreen dedicata al multitasking. Da qui, le app possono essere chiuse cliccando la “x” posta sulla parte bassa della miniatura. Anche questa caratteristica la trovo molto scomoda perché per chiudere un’applicazione occorre più di un gesto e questo compromette la facilità e rapidità d’uso del BB Z10.

Il BlackBerry World è poco intuitivo nell’utilizzo e anche poche le applicazioni. Tra le altre applicazioni preinstallate troviamo nativamente, Facebook, Twitter, Foursquare e LinkedIn, Dropbox, un ottimo file manager, un editor video ed il meteo.

Parte telefonica e Messaggistica.

Oltre ad SMS ed MMS troviamo anche un client email che permette di gestire le cartelle IMAP e visualizzare messaggi in formato HTML con possibilità di pinch in e out. Cliccando il tasto in basso a destra si accede ad una serie di opzioni.

Molto buona la parte telefonica sia per quanto riguarda la ricezione del segnale sia per quanto riguarda la qualità audio in ascolto tramite capsula auricolare. Buona anche la qualità audio percepita dall’interlocutore. Anche la ricerca di un contatto in rubrica richiede qualche passaggio di troppo.

Quando si parla di messaggistica non si può fare a meno di parlare della tastiera. Poco piacevole l’utilizzo della tastiera, forse non adatta alle mie dita un po’ grosse, essendo poco precisa e poco intuitiva. Hanno cercato di rimediare con una sorta di previsione del testo che compare in piccolo immediatamente sopra i tasti che possono essere inserite facendo scorrere il dito verso l’alto. Per aprire e chiudere la tastiera basta far scorrere due dita verso il basso o verso l’alto. Facendo “swipe” verso il basso su una lettera si accede rapidamente ai simboli.

Il sistema di inserimento vocale del testo funziona molto bene riuscendo a riconoscere perfettamente le mie parole riportandole in modo preciso.

Browser web.

Buona la velocità in fase di caricamento della pagina e il pinch to zoom in e  out così come il pan. Non è possibile l’adattamento automatico del testo alle dimensioni del display ma possiamo visualizzare le pagine in formato desktop, anche questa operazione è molto laboriosa e non sempre riesce con siti come il corriere della sera, e le animazioni in Flash.

Multimedialità.

La fotocamera da 8 Mpx permette di scattare foto di discreta qualità. La fotocamera fatica in ambienti poco illuminati. Buoni anche i video che possono avere una risoluzione massima Full HD con stabilizzazione. Foto e video possono essere subito condivisi tramite messaggi, social network oppure caricati sul Dropbox.

Il player video riproduce senza problemi diversi tipi di file compresi quelli con risoluzione FullHD ed i DivX. Non vengono riprodotti gli MKV. Il player audio permette la riproduzione di musica in formato MP3/WMA/WAV/eAAC+ e FlAC. Molto buona la qualità audio, sia tramite le cuffie auricolari in dotazione che tramite altoparlante di sistema.

Conclusioni e giudizio finale.

BlackBerry Z10 sarebbe dovuta essere ed è l’ancora di salvezza per BlackBerry. Da quanto avrete letto in un nostro articolo di questi giorni la situazione per BlackBerry è molto difficile e questo Z10 non ha aiutato. Il Canada, paese di origine del marchio, è l’unica nazione in cui BB Z10 ha venduto in modo decente.

Certo, non si può dire che ci sia un complotto nel confronto di BlackBerry che avrebbe dovuto fare uno sforzo maggiore con questo Z10. Sarà che sono abituato al sistema Android, ma il sistema operativo della casa canadese è veramente poco intuitivo e molto complesso nell’utilizzo quotidiano, molte le gestures da effettuare per utilizzare anche solo un’applicazione. Eccessivo anche il prezzo per un dual core che è ormai un processore utilizzato da mid range e non da top level.

Peccato perché il prodotto da un punto di vista estetico e hardware è molto valido, ottima l’ergonomia e la qualità di foto e video è anch’essa ottima. Il BlackBerry HUB è il caos totale si crea una confusione per leggere un qualsiasi messaggio che rende impraticabile il suo utilizzo. Positivo, invece, il giudizio sulle gestures per lo sblocco dello smartphone e la qualità della parte telefonica.

Decisamente sceso il prezzo dopo mesi dall’uscita quindi gli estimatori del marchio possono farci un pensierino e possono farlo anche tutti coloro che vogliono più un telefono che uno smartphone, perché in fondo BB Z10 è questo, un telefono. Un telefono che permette di navigare su internet come uno smartphone con un browser che funziona decentemente. Anche se la durata della batteria lascia molto a desiderare arrivando a sera solo son un uso molto blando del telefono.

BlackBerry Z10 a 499€ su Globalworkmobile