Secondo le ultime indiscrezioni potremmo attenderci qualcosa di nuovo, relativo al comparto fotografico, sui nuovi Google Pixel 8 e Pixel 8 Pro.

Lo sviluppatore e insider Kuba Wojciechowski ha rovistato nel codice sorgente di una versione dell’app Camera Go, e una delle scoperte più importanti è l’arrivo del supporto al cosiddetto staggered HDR. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Google Pixel 8 potrebbe montare un nuovo sensore per la fotocamera

Questo significa che il sensore può catturare contemporaneamente un’immagine con diversi livelli di esposizione. Normalmente, con l’HDR “standard” vengono catturate più immagini in rapida successione. Lo staggered HDR, sulla carta, riduce significativamente il tempo di scatto e riduce il rischio che l’immagine risulti mossa o sfocata a causa di discrepanze tra un’immagine e l’altra.

Lo staggered HDR deve essere supportato dal sensore CMOS. Google usa nei suoi attuali Pixel 7 (foto in apertura) e 7 Pro l’ISOCELL GN1 di Samsung, che non lo implementa. Si deduce quindi che la prossima generazione avrà un altro sensore. La scelta più ovvia è l’ISOCELL GN2, diretto successore del GN1 presentato a inizio 2021.

I sorgenti della fotocamera sembrano inoltre confermare che anche il Pixel Tablet avrà una sua versione Pro: ci sono riferimenti a un nome in codice TangorPro. Siamo ancora a molti mesi di distanza dall’uscita dei Pixel 8: generalmente Google li lancia verso settembre/ottobre, anche se le ultime generazioni sono state “pre-presentate” ufficialmente diversi mesi prima, più o meno verso inizio estate. Vi terremo quindi aggiornati su qualsiasi novità nei prossimi mesi.

Articolo precedenteUna super vongola è capace di produrre un potente antibiotico
Articolo successivoGoogle Pixel Tablet già in vendita su Facebook Marketplace?
Veronica Boschi
Sono Veronica, ho 25 anni e vivo sul Lago di Como, più precisamente a Mandello del Lario, conosciuto soprattutto per la Moto Guzzi. Amo scrivere e condividere con voi tutte le novità del giorno.