Le nuove varianti omicron del Covid fanno preoccupare medici e ricercatori grazie alla ritrovata capacità di colpire i polmoni eludendo vaccini e anticorpi da malattia.

Covid: Omicron 4 e 5 riescono a eludere vaccini e anticorpi da malattia pregressa

Una nuova ondata si sta abbattendo sull’Europa a causa delle nuove varianti di Covid BA4 e BA5, rispettivamente Omicron 4 e 5.
Grazie al loro altissimo potere di trasmissione si apprestano a diventare i ceppi dominanti.
Secondo i ricercatori non bisogna abbassare la guardia e in particolare non imbattersi nell’errore di paragonare le nuove varianti a una semplice influenza.
Gli ultimi studi hanno dimostrato che Omicron 4 e 5 hanno aumentato la propria patogenicità e ora sono nuovamente in grado di colpire le cellule dei polmoni, cosa che con Omicron 1 e 2 accadeva molto raramente.
Per questo motivo occorre monitorare attentamente l’andamento della pandemia, che sembra non voler dare tregua nemmeno in questa torrida estate.
Arrivano brutte notizie anche per i plurivaccinati e per chi ha già sconfitto l’infezione, poiché omicron 4 e 5 sono in grado di bucare i vaccini fin’ora somministrati e oltrepassare le difese immunitarie di chi ha sviluppato gli anticorpi con omicron 1 e 2.
Tuttavia la situazione, seppur complessa, non dovrebbe riportare il paese in uno scenario simile a quello vissuto con il covid Alfa e Delta. Stati come il Sudafrica e il Portogallo hanno già superato questa nuova fase, senza accentuare particolarmente i dati di ricoveri e decessi.
Attesa per settembre la nuova campagna vaccinale che grazie al lavoro di Pfizer e Moderna sarà rivolta contro Omicron, attraverso la somministrazione di un composto bivalente utile a contrastare il Covid classico e le ultime varianti in circolazione.

Mirko Pili
Autore Tecnoandroid con la passione per l'informatica. Ragioniere e perito commerciale mi occupo di Trading e commercio online.