Benzina e aumenti: il prezzo del carburante continua a salire, ecco la soluzione

Ritorna l’incubo del costo dei carburanti in Italia. Dopo la stangata dello scorso inverno ed il progressivo ribasso dei costi in primavera, l’estate porta ad una ulteriore impennata per i prezzi di benzina diesel.

 

Benzina e diesel, i costi da record in Italia

In seguito ad un progressivo calo delle scorse settimane, la situazione geopolitica tra Russia e Ucraina unita alla speculazione sui prezzi delle materie prima ha riportato i costi della benzina in Italia al limite dei 2 euro al litro. Per alcune stazioni di servizio, con modalità servito, il prezzo è anche più alto di questa quota.

I rincari sui prezzi dei carburanti non si fermano soltanto alla benzina, ma coinvolgono anche il diesel. Per il gasolio, i cittadini si troveranno a pagare in numerose stazioni di servizio una quota di 2 euro al litro. Resta stabile, invece, almeno per il momento il costo dei carburanti alternativi come il GPL il cui massimale a livello nazionale si attesta sugli 0,85 centesimi al litro.

Sulla linea degli interventi legati alle forniture energetiche domestiche, il Governo punta ad un ulteriore intervento per calmierare i prezzi dei carburanti anche in vista dell’estate. Confermata sino a fine luglio la riduzione di 0,20 centesimi al litro su tutti i tipi di rifornimento.

Con la nuova impennata dei costi per benzina e diesel, a breve il Governo potrebbe varare un ulteriore calo delle accise. L’obiettivo, almeno nel breve termine, è quello di riportare i prezzi tanto per la benzina quanto per il diesel ai livelli delle scorse settimane.

GennaroS
Giornalista pubblicista dal 2014, collaboratore di TecnoAndroid dal 2016. Le mie passioni nel tempo libero: l'Inter, Napoli, Roger Federer, Game Of Thrones, tutto ciò che è buona musica, viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare.