prodotti nociviÈ ormai frequente nel nostro quotidiano utilizzare dei prodotti, non alimentari, che sono pericolosi per la nostra salute. Alcuni di questi, inoltre, possono anche rivelarsi potenzialmente tossici, come scritto all’interno della lista stilata dall’Unione Europea.

Ogni anno viene realizzata dalla Commissione Europea sul Safety Gate, la relazione annuale sui prodotti non alimentari pericolosi, tenendo in considerazione quali sono i prodotti ad alto rischio.

La relazione si basa su tutti gli avvisi ricevuti nel 2021 e su azioni compiute dalle autorità delle nazioni europee per proteggere la popolazione. A quanto pare, nel 2021, tramite il sistema Safety Network, ci sono state ben 2141 segnalazioni. Sul podio c’erano le automobili, gli elettrodomestici e le attrezzature elettriche.

 

Prodotti tossici e pericolosi: la lista formulata dall’UE

I problemi che affliggono le automobili riguardano principalmente la rilevazione di problemi tecnici. Per quanto riguarda i giocattoli, invece, la concentrazione alta di sostanza chimiche pericolose, come batterie e bottoni, si sono rivelate particolarmente nocive.

Se parliamo degli elettrodomestici e le apparecchiature elettroniche, invece, questo oggetti sono vittime di forti surriscaldamenti, per cui i rischi per la salute sono oggettivi. Anche le mascherine usate per proteggersi dal Covid rientrano tra gli oggetti non sicuri, purtroppo.

Molti di questi prodotti, essendo che vengono acquistati dal web e spesso sono extraeuropei, non godono della protezione dell’UE. Quindi, questo significa che non sono soggetti alle normative che vengono adottate nel nostro Paese.

I danni vanno sicuramente limitati, e quindi l’UE ha deciso di sviluppare un nuovo strumento di sorveglianza elettronico. Si tratta di un’app software che elimina dal mercato automaticamente i prodotti nocivi per i consumatori, ossia tutti quelli segnalati dal Safety Gate, così da ritirarli definitivamente dal mercato.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.