L’ente nazionale più famoso è conosciuto in tutta la nostra penisola e senza alcun dubbio Poste Italiane, la signora in giallo vanta infatti una platea di clienti a dir poco assoluta conquistata negli anni grazie ai propri servizi sempre al passo coi tempi e perfettamente integrati con infrastruttura nazionale e internazionale.

Questo contesto ha contribuito a rendere il nome di poste uno dei più autorevoli nel panorama delle aziende italiane, tutto ciò nasconde però un lato oscuro ingombrante e prepotente, infatti il buon nome di poste viene spesso sfruttato dai truffatori per mandare avanti delle campagne di phishing ai danni dei clienti dell’azienda stessa.

Queste campagne prendono corpo in sms o mail truffaldini pensati per indurre il lettore a far trapelare i propri dati sensibili con l’inganno, generalmente sono molto diversificati tra loro pur mantenendo un ossatura portante conservata, queste comunicazioni infatti inducono chi legge a compiere azioni come effettuare accessi presso link esterni.

 

SMS di phishing BancoPosta

Come potete ben leggere il nuovo sms di phishing che in molti ci stanno segnalando ribadisce il concetto, quest’ultimo avvisa di un anomalia riscontrata sul conto BancoPosta invitando il lettore a intervenire presso un link inserito più in basso.

Quel link rimanda ad una falsa area clienti poste italiane all’interno della quale una volta digitate, le vostre credenziali verrebbero immediatamente copiate e spedite al creatore della truffa che potrà utilizzarle così perde rubarvi.

Il consiglio e ovviamente molto semplice fate attenzione e abbiate occhi scettico, diffidate sempre di questi sms dal momento che poste italiane non li usa per comunicare con i tuoi clienti.

Eduardo Bleve
Studente di medicina e da sempre appassionato di tecnologia, musica e curiosità scientifiche.