Per la prima volta in un anno, la piattaforma di contenuti in streaming Netflix, ha superato per valore la piattaforma concorrente, stiamo ovviamente parlando di Disney.

Questo sorpasso è legato alla debolezza dei titoli Disney alla borsa di Wall Street, dove hanno infatti perso dopo la delusione sulla crescita degli abbonati di Disney Plus. Scopriamo insieme maggiori dettagli.

 

Netflix supera Disney dopo un anno intero

Netflix ha una capitalizzazione di mercato di 291 miliardi di dollari dopo il balzo del 27% dalla fine di luglio, a fronte dei 288,7 miliardi di Disney. Come anticipato poco fa, lo sbalzo è dovuto alla delusione degli attuali clienti abbonati a Disney Plus. Dal comunicato emesso da quest’ultimo è emerso che, nel quarto trimestre fiscale della società terminato il 2 ottobre scorso, Disney ha riportato un utile per azione di 37 centesimi su base adjusted, decisamente inferiore ai 51 centesimi per azione attesi.

Tuttavia, sebbene il CEO Bob Chapek avesse lanciato un avvertimento sulle sfide a cui stava andando incontro il gigante, nel corso della conferenza di settembre Goldman Sachs Communacopia Conference, gli analisti avevano previsto risultati migliori. Nel corso della conference call con gli analisti, l’AD ha reiterato l’obiettivo di arrivare a un numero di abbonati a Disney Plus tra i 230 milioni de i 260 milioni entro il 2024. Ma le parole non sono bastate a evitare il tonfo del titolo sul Dow Jones.

Netflix, dalla sua parte, ha cominciato a distribuire videogiochi per smartphone, al momento per giocare non sono previsti sovrapprezzi in aggiunta al costo dell’abbonamento mensile. Questa potrebbe essere sicuramente un’altra spinta alla crescita della piattaforma di streaming.