blankL’ultimo modello di Nintendo Switch presenterà uno schermo OLED in 4K. Stando ad alcune voci, la nuova console arriverà sul mercato ad ottobre.

Il dispositivo sarà venduta insieme alla Switch Lite esistente di cui diventerà un degno sostituto. Le informazioni sulle probabili funzionalità incluse nel nuovo Nintendo Switch sono piuttosto scarne. L’unica certezza che abbiamo è che la nuova console progettata da Nintendo punterà tutto sul display OLED e il chip di Nvidia, due elementi che garantiranno la qualità della grafica in 4K, soprattutto in presenza di un collegamento al televisore.

Anche il prezzo è attualmente sconosciuto, anche se è abbastanza prevedibile che sarà superiore a quello dell’ultimo modello. L’azienda è anche fiduciosa per quanto concerne gli ordini. Non dovrebbero esserci problemi di produzione nonostante la carenza di chip che sta colpendo tutte le aziende tech al mondo. Ormai è risaputo che per alcune aziende la mancanza di semiconduttori sta influenzando le vendite dei nuovi prodotti, come nel caso della PlayStation 5 lanciata qualche mese fa da Sony. Lo stesso vale per l’Xbox Series X e CPU e GPU per PC gaming.

Nintendo Switch: la nuova console con display OLED in 4K in arrivo ad ottobre

Questa mancanza di scorte potrebbe persistere fino al 2023, secondo i CEO di Intel e Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC). Tuttavia, Nintendo ritiene che, poiché le parti che sta utilizzando non sono così ricercate come quelle per le console più costose di altre aziende, dovrebbe essere in grado di mantenere un equilibrio tra domanda e offerta. Per alcuni, il lancio del nuovo Nintendo Switch è una mossa avventata, poiché anche le vendite di Nintendo sono aumentate dell’86% durante i lockdown dovuti alla pandemia. Un chiaro segnale che la domanda potrebbe superare di gran lunga l’offerta come nel caso di Sony.

Secondo quanto riferito, la società di videogiochi e hardware Valve sta costruendo un PC palmare simile al Nintendo Switch. Microsoft, invece, ha recentemente dimostrato la capacità di riprodurre in streaming i giochi per Xbox tramite Surface Duo con l’aiuto dell’app XCloud per Android. Dunque, la concorrenza è un altro fattore determinante da non sottovalutare.