6gLa diffusione della rete 5G procede in tutta Europa ma già da adesso si inizia a pensare alla tecnologia che dovrà sostituirla, il 6G.  Già da qualche anno in realtà, paesi come Cina e Giappone hanno avviato la ricerca per superare i limiti dell’attuale generazione; adesso però sembra che anche l’Europa faccia sul serio.

Stando alle dichiarazioni rilasciate infatti l’idea sarebbe quella di lanciare la nuova connessione ultra veloce in 6G già a partire dal 2030. Un progetto impegnativo ma sicuramente alla portata delle nostre conoscenze tecnologiche, soprattutto considerando l’importanza che la rete ricopre nel mondo di oggi.

Rete 6G: la Germania pronta ad investire 700 milioni

 

Sarà anche per questo che la Germania avrebbe deciso di investire circa 700 milioni nella ricerca e nello sviluppo della tecnologia 6G; una cifra non di poco conto considerato anche il periodo storico che attraversiamo. A parlare dello sviluppo della tecnologia in 6G, durante un’intervista recentemente rilasciata a Handeksblatt, Anja Karliczek, ministro federale alla ricerca.

Ecco quanto dichiarato: “Il 6G sarà la tecnologia del futuro e determinerà, addirittura rivoluzionerà, la nostra comunicazione nel corso del prossimo decennio. Con il 6G, i dati vengono trasmessi oltre 100 volte più velocemente rispetto al 5G, con grandi vantaggi per la comunicazione mobile per ogni singola persona. Ora dobbiamo investire massicciamente nella ricerca sul 6G. Solo in questo modo possiamo rafforzare la sovranità tecnologica della Germania e dell’Europa e lungo termine. Non voglia dipendere dagli altri in futuro, dobbiamo pensare a dopodomani adesso e contribuire a plasmare nuove tecnologie chiave della comunicazione sin da subito”.