call center

Con l’aggravarsi della situazione sanitaria nel nostro paese, purtroppo negli ultimi mesi sono fortemente aumentate le truffe, telefoniche e non, ai danni dei consumatori Italiani. Di recente, non a caso, centinaia e centinaia di utenti sono stati raggirati dagli escamotage messi in atto dai dipendenti poco corretti dei Call Center di Tim, WindTre e Vodafone. Al fine di chiudere quanti più contratti telefonici possibili, i furbetti dei centralini telefonici hanno quindi messo a punto una vera e propria rete di truffe, capace di colpire ogni giorno molteplici consumatori.

L’obiettivo di questi ultimi, dunque, è quello di far leva sulle attuali difficoltà degli Italiani che, a causa del recente periodo di crisi sanitaria ed economica, stanno attraversando uno dei periodi più difficili di sempre. Basta infatti distrarsi qualche secondo per diventare a tutti gli effetti una nuova vittima di questo losco sistema. Al fine di evitare spiacevoli inconvenienti, scopriamo di seguito alcuni consigli da tenere a mente.

Truffe Call Center: ecco come difendersi dai raggiri

Analizzando le testimonianze provenienti dai consumatori colpiti, a quanto pare le truffe effettuate dai Call Center sembrano basarsi su alcuni errori effettuati dagli utenti nel corso delle telefonate. Affermando frasi del tipo “Salve, sto parlando con il signor?” oppure “Sì, mi dica”, si rischia infatti di cadere nella pericolosa truffa del “Si”. Per evitare il raggiro, è quindi importante seguire alcuni semplici accorgimenti:

  • Evitare di rispondere fornendo informazioni personali e soprattutto utilizzando termini in cui è presente la parola “si”;
  • Bloccare definitivamente tutti le chiamate provenienti dai Call Center attraverso una di queste due app scaricabili gratuitamente sia su Android che su iPhone.