Antartide

L’Antartide ha da sempre mantenuto il fascino di essere un luogo del nostro Pianeta ancora inesplorato e difficile da vivere. Il freddo pungente, le acque impetuose per raggiungerlo via nave e le distese di ghiaccio bianche e pure rendono magico questo polo della Terra. Misterioso e intrigante ha da sempre nascosto gelosamente sotto le sue calotte di ghiaccio l’evoluzione tettonica della Terra.

Oggi però un team internazionale di ricercatori ha fatto passi da gigante. Grazie all’unione di rilevazioni satellitari insieme a quelle aeree, è riuscito a rinvenire ciò che sembrava un enigma del nostro pianeta. Ecco i dettagli di questa nuova scoperta che racconta la storia ancora sconosciuta del nostro Pianeta e di un affascinante mondo ghiacciato: l’Antartide.

 

Uno studio dell’Antartide ha rivelato la storia del supercontinente “Gondwana”

Una volta, o meglio, tantissimi anni fa sul Pianeta Terra esisteva un supercontinente chiamato “Gondwana“. Durante il passare di milioni di anni le sue placche tettoniche si separarono realizzando i principali cratoni e orogeni che compongono la crosta terrestre. Molto tempo dopo hanno dato vita al Sud Africa, all’Australia, all’India e insieme all’Antartide. Questi quattro erano il supercontinente.

A scoprire come erano formati è stato il gruppo di ricerca composto dall’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (Ogs) di Trieste, dal British Antarctic Survey e dalla Witwatersrand University in Sud Africa. Tutti coordinati dall’Università tedesca di Kiel. Unendo i dati magnetici dei satelliti della missione Swarm dell’Esa insieme a quelli rilevati dalle ricerche aeree sono riusciti a scoprire le strutture geologiche prima della separazione dei continenti. Questo grazie anche alla perfetta conservazione delle calotte di ghiaccio dell’Antartide.

Una scoperta sensazionale che permetterà di avere nuove e ulteriori notizie sulle origini di questo meraviglioso Pianeta Terra. Ovviamente queste scoperte geologiche potranno essere anche utili per combattere il riscaldamento globale. Proteggere le nuove generazioni dall’inquinamento che non sta dando scampo al nostro Pianeta è una priorità. Intanto l’uomo ha anche scoperto che come alternativa, nel caso le cose si mettessero male, si potrebbe pescare sulla Luna.