criptovalute-internet-cafe-mining-farm

La pandemia da coronavirus ha colpito tutto il mondo e molti settori diversi. Tra i tanti business in cristi c’è anche quello degli Internet Cafè. La maggior parte di questi posti sono locali non esattamente larghi e dove il distanziamento sociale non è certo così semplice. Anche sfruttando postazioni ad alternanza, il via libera dei governi dei paesi non è così scontato.

Come altri business però, c’è qualcuno che ha saputo reinventarsi stravolgendo per certi versi il proprio lavoro sfruttando quello che già avevano. Come ci sono compagnie che da produttori di oggetti non essenziali sono passati a produrre mascherine, per esempio. Nel caso di alcuni Internet Cafè, i gestori hanno deciso per dare vita a delle mining farm per guadagnare un po’ di criptovalute.

Con a disposizione una moltitudine di computer, spesso all’avanguardia, dare vita a dei computer dedicati al mining non ci vuole molto. Un esempio importante, che ha condiviso la propria storia, è Computer Star. Quest’ultimo, con a disposizione anche un numero impressionante di RTX 3080, ha pensato di cercare di ripianare le perdite.

 

Il mining di criptovalute

Tutti sappiamo che i Bitcoin hanno visto un aumento di valore notevole negli ultimi mesi, ma quest’ultimi non si minano più con le schede video. Allo stesso tempo, seppur in maniera ridotta, anche gli Ethereum hanno visto un sostanziale aumento e le sopracitate GTX 3080 sono perfette per questo obiettivo. Computer Star è un negozio che in precedenza aveva tre piani pieni di computer da gioco quindi dotate di processori potenti e schede video performanti. Trasformare per il proprio scopo è stato un gioco da ragazzi per il proprietario.