apple-pay-supporto-pagamenti-bitcoin

Bitcoin, la criptovaluta regina il cui valore ormai sta raggiungendo record su record, ha finalmente coinvolto anche Apple. Il colosso statunitense ha deciso di supportare i pagamenti con questa criptovaluta anche se però non direttamente. Il supporto sarà infatti permesso tramite l’utilizzo di un portafoglio digitale separato, si tratta di BitPay.

Le parole del CEO di quest’ultimo, Stephen Pair: “Abbiamo migliaia di clienti dell’app BitPay Wallet che utilizzano la carta BitPay che sono sempre alla ricerca di nuovi posti e modi per spendere la loro crittografia. L’aggiunta di Apple Pay e presto di Google e Samsung Pay rende facile e conveniente utilizzare la carta BitPay in più luoghi, dagli articoli quotidiani agli acquisti di lusso.”

 

Apple Pay e i Bitcoin

Si tratta di un’alternativa utile, soprattutto ora che la criptovaluta ha guadagnato una trazione senza precedenti, anche più del 2017, l’anno in cui il valore ha raggiunto il record di valore che è durato fino a fine 2020. Con il prezzo a singolo token raggiunto in questi due mesi le transazioni con questo genere di valuta sono aumentate a dismisura e rimane fuori dal circuito sarebbe una perdita importante.

Le criptovalute in sé stanno guadagnando sempre più importanza tanto che anche Amazon sembra intenzionata a crearne una propria, un tentativo che in molti sperano vada più a fondo rispetto al progetto di Facebook con Libra. Ovviamente le implicazioni sono diverse, ma se c’è un colosso che potrebbe riuscirci è proprio la compagnia che ha stravolto il significato di e-commerce. Le operazioni sono già iniziate.