intelligenza artificialeDeepMind ha sviluppato un algoritmo con I.A. in grado di padroneggiare Go, scacchi e videogiochi senza conoscere le regole, segnando un altro importante passo avanti per il settore Google che si occupa di Intelligenza Artificiale.

L’algoritmo MuZero fa seguito ad AlphaGo, il primo programma per computer a battere un utente nel complesso gioco da tavolo. MuZero non solo è stato in grado di padroneggiare il gioco, ma ha anche imparato da solo a giocare a scacchi, shogi e videogiochi Atari. Tutto senza alcun dato o conoscenza delle regole. “Questo ci porta ad avere algoritmi in grado di affrontare il disordine e la complessità del mondo reale”, afferma Demis Hassabis, CEO e fondatore di DeepMind. La startup londinese è stata acclamata dai principali esperti di intelligenza artificiale per aver aperto la strada allo sviluppo dell’I.A.

Intelligenza Artificiale: algoritmo di Google DeepMind raggiunge vette mai raggiunte prima

La società ha riportato perdite annuali di 477 milioni di sterline nel 2019 – rispetto ai 470 milioni di sterline del 2018. Ciò nonostante la sua società madre, in grado di compensare. I nuovi usi dell’I.A. potrebbero essere utili per il miglioramento del suo motore di ricerca e il potenziamento della compressione dei video per YouTube. “Il mondo reale è disordinato e complesso, eppure possiamo ancora ragionare sul modo migliore per raggiungere i nostri obiettivi. Abbiamo bisogno di fare la stessa cosa con l’Intelligenza Artificiale”.

“MuZero ci fa fare un gran passo avanti. Non solo raggiunge livelli sovrumani in Scacchi, Go e Shogi con la stessa rapidità con cui la versione precedente del sistema, AlphaZero, cui erano state fornite le regole perfette, ha anche stabilito nuovi record in ambienti con input percettivi disordinati, come Atari“.