elettricoLe automobili elettriche sfidano apertamente i diesel benzina, i cosiddetti motori termici, cercando di avere la meglio e di invogliare i consumatori all’acquisto, partendo proprio dal costo effettivo del carburante.

In un periodo storico in cui siamo chiamati assolutamente all’azione per ridurre le emissioni di CO2 nell’atmosfera, le aziende stanno lavorando duramente per cercare di rendere le auto elettriche il più appetibili possibili per il consumatore finale. Ad oggi il prezzo di vendita appare essere ancora superiore ai corrispettivi diesel benzina, per questo motivo l’unico punto su cui è possibile fare leva riguarda il costo dell’energia.

 

Diesel e Benzina vs Elettrico: quanto costa l’energia

In un recente approfondimento pubblicato sulla Gazzetta, vengono confrontati i consumi di tutte le motorizzazioni, a parità di consumo di energia elettrica. Per un’automobile diesel questi si attesta attorno agli 80kWh ogni 100km, per i benzina 87,5kWh, mentre per le elettriche soli 22,5kWh (sempre ogni 100km).

Ora entra in gioco il costo di approvvigionamento del singolo kilowattora, il gasolio richiede 0,14 euro/kWh, la benzina 0,18 euro/kWh, mentre l’elettrico richiede un esborso maggiorato, dipendentemente dal metodo di ricarica scelto. Se utilizzata una wallbox domestica (ricarica lenta da 3kWh), il costo è di soli 0,25 euro/kWh, con una colonnina fast questi è raddoppiato raggiungendo addirittura 0,50 euro/kWh.

Facendo quindi un paragone, nel caso si utilizzi un motore diesel per produrre 100kWh serviranno 14 euro, con il benzina ben 31 euro, con l’elettrica si parte da 25 euro se prodotti con la wallbox, fino ad un massimo di 50 euro se utilizzata interamente la colonnina fast.