dieselDiesel contro elettrico è a tutti gli effetti una battaglia che non sembra effettivamente avere mai fine, nonostante comunque l’andamento dei produttori sia più che chiaro, vogliono puntare a tutti i costi verso un futuro più eco-friendly green.

La motivazione che li spinge ad una soluzione di questo tipo è più che comprensibile, l’inquinamento atmosferico ha correntemente raggiunto livelli quasi inaccettabili, indubbiamente il mondo deve assolutamente fare la propria parte per evitare il raggiungimento di un punto di non ritorno. L’acquisto di un’auto elettrica può apparire come una goccia in un oceano, ma allo stesso tempo è un qualcosa da non trascurare assolutamente, poiché potrebbe rappresentare un punto di svolta se tutti noi dovessimo compiere il grande passo.

Nonostante tutte le premesse, ancora oggi la maggior parte dei consumatori mondiali preferisce il motore diesel all’innovativo elettrico, vi siete mai chiesti quali fossero i motivi che li spingono a una simile decisione? un recente sondaggio aiuta a comprendere un qualcosa che, altrimenti, a prima a vista apparirebbe davvero incomprensibile.

 

Diesel contro elettrico: la battaglia infinita

Il primo punto riguarda il prezzo di listino, se dovessimo confrontarle, sicuramente noteremmo che le auto elettriche richiedono un investimento iniziale più importante delle corrispettive diesel.

Al secondo posto della speciale classifica troviamo appaiate la capacità della batteria, e sopratutto i tempi di ricarica. Al giorno d’oggi, sebbene si stiano compiendo enormi passi in avanti, non si superano i 400 chilometri di autonomia, come tanti ritengono impensabile dover attendere almeno 30 minuti per avere la carica necessaria per riprendere il viaggio.

In ultimo troviamo sicuramente la diffusione delle colonnine di ricarica, troppo ridotta, non è ancora presente una rete approfondita e radicata nel nostro paese.